Login

Prelievo libretto postale: Novità Importanti!

Scritto da Paolo Tritapepe.


libretto risparmio.jpgIl 2013 ha introdotto novità importanti per chi detiene un libretto postale. La legge ha interessato soprattutto il prelievo da libretto postale poiché questo riguarda il movimento di soldi in contanti. Quindi tutto è avvenuto il linea con le precedenti disposizioni che hanno limitato i movimenti di denaro contante. Ma non solo.

 

Limiti ai Prelievi
Il primo effetto delle nuove disposizioni legislative sul prelievo da libretto postale ha imposto il limite di prelievi in contanti nella soglia di 1.000 euro: questa è la cifra massima che un detentore di libretto può prelevare in un’unica volta recandosi allo sportello Postale diverso da quello dove il libretto stesso è detenuto. Solo recandosi presso la propria filiale sarà ancora possibile eseguire un prelievo di entità superiore.


Lo stesso vale anche per quei clienti di Poste Italiane che hanno richiesto e ottenuto la nuova Carta Libretto Postale che è possibile associare al libretto di cui si è titolari.

 

Libretti Nominativi o al Portatore?
Naturalmente la legge ha introdotto novità sul prelievo da libretto postale anche a seconda della tipologia di libretto che si detiene. In generale, infatti, i prelievi superiori a 1.000 euro presso la propria filiale di appartenenza è comunque possibile solo per i Libretti Nominativi. Lo stesso non è possibile, infatti, se si possiede un Libretto al Portatore dove non effettivamente neanche possibile accantonare somme superiori a 1.000 euro.

Per queste novità ringraziamo l’informazione diffusa da AltroConsumo che ha anche evidenziato come le stesse Poste Italiane non abbiano affatto eseguito la dovuta diffusione della notizia a favore dei propri clienti.

Aggiungiamo, quindi, che tali disposizioni rientrano nelle recenti norme volte a limitare l’uso del denaro contante al fine di porre un controllo sui movimenti di denaro e di fronteggiare l’evasione fiscale.



Switch to Desktop Version