incassoassegni bancari.jpgIncasso assegni bancari: la guida semplice
Oggi è molto importante saper gestire l’incasso di assegni bancari non trasferibili. Infatti, soprattutto per cifre medio-elevate, l’assegno è il mezzo di pagamento più diffuso. Questa è la guida chiara e semplice per gestire bene ogni incasso di assegni bancari.

Perché si consiglia l’assegno bancario
Pagare una cifra in contanti, anche solo di diverse centinaia di euro, è un rischio che è sempre meglio evitare, oltre che oggi sconsigliato dalle stesse banche. E’ chiaro, quindi, quanto sia importante saper gestire l'incasso assegni bancari con correttezza per svolgere la pratica rapidamente ogni volta che ci rechiamo allo sportello con questi titoli da versare.

La cosa principale da sapere, comunque, è che possiamo decidere se incassare l’importo relativo subito e in contanti o se versare la somma direttamente sul proprio conto corrente. In ogni caso, chi ha emesso l’assegno vedrà addebitata la somma dal proprio di conto bancario.



Come incassare gli assegni
Consigliamo di avere ben chiare tutte le informazioni corrette prima di preoccuparci dell’incasso assegni bancari. 1. Innanzitutto bisogna sapere che gli assegni bancari sono “titoli di credito” che attribuisce a chi lo riceve (il beneficiario) il diritto a incassare una data somma di denaro.
2. Per l’incasso assegni bancari è possibile recarsi sia ad uno sportello della stessa Banca che lo ha emesso, sia allo sportello del tuo istituto nel primo caso si riceve la somma in contanti, nel secondo  è possibile ordinare il versamento della somma sul proprio conto corrente.
3. Ci sono dei tempi limite per l’incasso degli assegni bancari: 8 giorni se lo eseguiamo nel medesimo Comune in cui ci è stato consegnato, 15 giorni se lo eseguiamo in un Comune differente. Oltre questi termini l’assegno può essere “revocato” da chi l’ha emesso.
4. Massima attenzione alla compilazione dell'assegno: se mancano dei dati relativi al beneficiario, all'emittente o alla somma da pagare possono insorgere dei problemi con la Banca.

Incasso assegni intestati ad altri
Oggi gli assegni sono “Non Trasferibili”, per cui se il beneficiario specificato in calce non siamo noi è possibile effettuare l’incasso solo se viene effettuata la cosiddetta “girata” o se abbiamo una delega a noi intestata ( in tal caso munirsi di documento). Facciamo attenziona alla compilazione dell'assegno: è utile riconoscere se mancano dei dati oppure è tutto in ordine!

Incasso assegni se non si ha un conto in banca
E' possibile eseguire l'incasso assegni bancari se non siamo intestatari di un conto corrente? Possiamo comunque cambiare l’assegno, ma sarà necessario raggiungere lo sportello della Banca che lo ha emesso per ottenere la relativa somma in contanti.

 



Da Twitter

UniCredit_PR
UniCredit_PR #Milano come non l'avete mai vista: giovedì Carlo Orsi presenterà il suo nuovo volume... bit.ly/... pic.twi...
03:43PM Sep 01
PCPadoan
PCPadoan Crescita economica acquisita per 2015 = 0,6%, già vicina a ns stima per l’anno (+0,7%) www.ist... #cisiamo
09:44AM Sep 01
matteorenzi
matteorenzi Cresce il pil, crescono gli occupati, meno disoccupazione. Le riforme servono #italiariparte #lavoltabuona youtu.b...
09:36AM Sep 01
BNLPeople
BNLPeople Settembre è ancora tempo per le due ruote. Come evitare i pericoli della strada? Ecco qualche consiglio utile goo.gl/...
09:17AM Sep 01
24FinMerc
24FinMerc Fca rilancia sul tentativo di maxi-fusione con Gm ift.tt/...
06:27AM Sep 01
Disavventure

Cerca

Articoli Correlati

29.03.2014 - La quietanza Liberatori assegni è una formula che la Banca, soprattutto, richiede ai propri correntisti “cattivi pagatori” con problemi di copertura dei propri assegni emessi. Si tratta
Un utile riferimento per dimostrare l'avvenuta esecuzione di un bonifico sebbene questo non sia stato ancora accreditato a favore del beneficiario è il numero cro Bonifico. Si tratta di un aiuto piuttosto
L'assegno circolare è una particolare forma di assegno per cui le Banche prevedono modalità e regole lievemente diverse rispetto a quelle che riguardano gli assegni normali. In particolare, è davvero