b_200_200_16777215_00_images_stories_scadenza_assegni.jpgUn assegno circolare ha validità precisa che ogni cliente o utente di Banca ha l’obbligo di rispettare per non incappare in problemi legati al cambio dello stesso titolo di pagamento. Concentriamoci sulla validità assegno circolare di cui vogliamo fornire tutte le informazioni più importanti.

L’assegno è uno strumento di pagamento utilizzato da migliaia di clienti di Banca ogni giorno. La validità assegno circolare, quindi, diviene un argomento centrale per chi impiega il titolo di pagamento per saldare committenti e fornitori o per chi riceve un compenso o un rimborso per mezzo di assegno circolare. Ogni assegno circolare ha validità precisa il cui termine non deve essere dimenticato per evitare spiacevoli situazioni e ritardi nei pagamenti o nei rimborsi.

Validità e scadenza assegno



Iniziamo con lo specificare che la validità assegno circolare non è di 30 giorni, ossia non si verifica l’annullamento dell’assegno solo dopo 30 giorni dalla sua emissione. Il limite di 30 giorni vale esclusivamente come termine entro il quale il cliente deve presentare il titolo di pagamento in banca per il suo incasso.


E’ utile specificare, quindi, che la validità assegno circolare è limitata esclusivamente alle eventuali azioni di regresso che possono essere esercitate dal possessore esclusivamente entro trenta giorni.
Comunque, chi riceve un assegno ha l’obbligo di recarsi in banca per incassarlo o cambiarlo entro 8 giorni, se vive nel medesimo comune in cui è stato emesso, o entro 15 giorni se vive in un comune diverso.
Trascorsi tali termini, non si ha il decadimento della validità assegno circolare, ma l’emittente ha il diritto di revocarlo senza che il beneficiario possa agire legalmente.

Validità e Revoca del pagamento

Il punto centrale, quindi, su cui consigliamo particolarmente di porre l'attenzione, è il diritto di revoca del pagamento e non la vera e propria validità assegno circolare.
Un assegno è pagabile anche dopo mesi dalla sua emissione, salvo che la Banca debba necessariamente chiedere il permesso a chi lo emise tempo addietro.
E’ importante per ilo beneficiario, evitare di far trascorrere i limiti massimi di 8 o 15 giorni (su descritti) per non incappare in spiacevoli situazioni in il debitore revochi l’assegno, poiché a quel punto ha tutto il diritto di farlo.

E' bene, comunque, seguire sempre con attenzione le precise indicazioni per il versamento di un assegno.

 



Da Twitter

UniCredit_PR
UniCredit_PR #Turismo e #Startup : #UniCreditStartLab incontra #BestWesternItalia goo.gl/... pic.twi...
02:53PM Jul 30
BNLPeople
BNLPeople Quest'anno parti in auto? Questa #app segnala il distributore di benzina più vicino e conveniente www2.pr...
01:40PM Jul 30
UfficioStampaBI
UfficioStampaBI #Asta BTP 5 anni: rendimento allo 0,77% (in diminuzione di 48 p.b. rispetto all’asta di fine giugno)
09:56AM Jul 30
24FinMerc
24FinMerc Vivendi, altra mossa in Europa: ingresso in Telefonica con l’1% ift.tt/...
08:36AM Jul 30
PCPadoan
PCPadoan Con ministro #Guidi abbiamo firmato decreto #patentbox . Fisco agevolato per #marchi e #brevetti a sostegno imprese www.mef...
07:40PM Jul 29
Disavventure

Cerca

Articoli Correlati

L’attestato di rischio è un documento distribuito dalle Compagnie ai propri assicurati ed ha un fine importante. Ne analizziamo la funzione e la validità dal momento in cui questo viene emesso.   La
Importanti novità riguardano la validità dell’assegno in casi in cui, per errori di compilazione ad esempio, non è indicato il beneficiario. Vediamo cosa accade in casi simili se la validità dell’assegno
29.03.2014 - La quietanza Liberatori assegni è una formula che la Banca, soprattutto, richiede ai propri correntisti “cattivi pagatori” con problemi di copertura dei propri assegni emessi. Si tratta
Un utile riferimento per dimostrare l'avvenuta esecuzione di un bonifico sebbene questo non sia stato ancora accreditato a favore del beneficiario è il numero cro Bonifico. Si tratta di un aiuto piuttosto
L'assegno circolare è una particolare forma di assegno per cui le Banche prevedono modalità e regole lievemente diverse rispetto a quelle che riguardano gli assegni normali. In particolare, è davvero