Imposta sulle Donazioni, caso per caso

Scritto da Paolo Tritapepe.

b_200_200_16777215_00_images_stories_imposta_donazione.jpeg.pngLe donazioni costituiscono una possibilità di cedere un bene verso un soggetto che sta “crescendo sensibilmente” negli ultimi anni. Ma quali sono i costi? Andiamo ad analizzare la voce imposta sulle donazioni per capire se, oltre ad essere semplice, questa formula è anche più conveniente di altre.

 

Donazione a parenti in Linea Retta
Per i parenti più prossimi, ossia coniuge, figli e genitori, la tassazione prevede un’imposta specifica sulle donazioni.


Per semplificare specifichiamo come sia prevista un’aliquota fissa del 4% calcolata sul valore totale della donazione. Ma che esiste anche una franchigia di 1 milione di euro, per cui la tassa non si paga entro tale cifra. Ma vi sono eccezioni e voci a parte.

  • Donazione prima casa: chi dona deve pagare un’imposta sulla donazione per la trascrizione. L’importo è di euro 168,00 a cui bisogna aggiungere anche un’imposta catastale di altri euro 168,00.

  • Donazione altri immobili: quando non si tratta di prima casa, le donazioni vedono queste voci appena indicate incrementate del 2% e dell’1%.

 

Donazione a favore di Fratelli
Quando si tratta dei fratelli le condizioni divengono meno vantaggiose.

L’imposta sulle donazioni di beni, infatti, sale al 6% calcolato sulla cessione a favore di ogni singolo beneficiario. Inoltre, la franchigia è ridotta a 100 mila euro. Sono sempre presenti le due imposte di trascrizione e quella catastale.

 

Donazione ad altri Parenti
Ma prendiamo anche in considerazione le donazioni di beni a favore di parenti “più lontani”, ossia fino al quarto grado. Le imposte su queste donazioni sono le medesime che per operazioni eseguite a favore dei fratelli, ma non è prevista alcuna franchigia.

 

Donazioni ad estranei
Ma è possibile anche donare beni a soggetti non rientranti nella propria famiglia.

In questi casi la franchigia è sempre assente ma l’aliquota sale all’8%.

 

Il Notaio

A tutte queste situazioni, naturalmente, bisogna aggiungere all’imposta sulle donazioni anche la parcella da riconoscere al notaio per la sua assistenza.



Più letti

Validità assegno circolare: scadenza e conseguenze...

Un assegno circolare ha validità precisa che ogni cliente o utente di Banca ha l’obbligo di rispettare per non incappare in problemi legati al cambio dello stesso titolo di pagamento. Concentriamoc [ ... ]

Orari Banche: le aperture, Banca per Banca

Le informazioni relative agli orari di apertura e chiusura degli sportelli della tua Banca. Le informazioni Banca per Banca con i  contatti utili a conoscere gli orari delle Banche.

Apertura e Chi [ ... ]

CRO Bancario: come ottenerlo, per cosa utilizzarlo

Il codice di riferimento operazione (CRO) è un codice singolo di undici cifre. A cosa serve? E come possiamo ottenerlo?

Il CRO Bancario è un codice composto da undici cifre (codice riferimento op [ ... ]

Ricaricare una PostePay con una carta di credito: ...

Una PostePay è una comoda carta che è possibile ricaricare in diversi modi, compreso quello che prevede l'uso della carta di credito. Per sapere come ricaricare una PostePay, anche con carta di cred [ ... ]

Mav bancario: cos’è e come si effettua

Il Mav bancario è uno degli strumenti bancari più utilizzati, vediamo come si effettua e cosa comporta il suo utilizzo.

Mav: cos’è e cosa permette di fare
trong> Il Mav, conosciuto anche come pagame [ ... ]