Finanziamenti Piccole e medie Imprese: Fondo di Garanzia

Scritto da Paolo Tritapepe.

b_200_200_16777215_00_images_stories_finanziamenti_pmi.jpgGrazie alla legge 662 del 1996, tra i finanziamenti per le Piccole e Medie Imprese c’è il Fondo di Garanzia. Si tratta di uno strumento molto importante nato e gestito dal Ministero per le Attività Produttive.

Il Fondo di Garanzia

Si tratta di uno strumento a sostegno dell’attività imprenditoriale che, grazie alla Legge 662 del 1996, apporta un’importante garanzia per i finanziamenti a Piccole e Medie Imprese.
La sua funzione principale, in sostanza, è quella di rappresentare un Garanzia Pubblica che lo Stato, in sostanza, offre alle Banche finanziatrici di Imprese e piccole Aziende.
Va da se che si tratti di un’importantissima soluzione che permette a molte Piccole e Medie Imprese di ottenere finanziamenti anche in assenza di Garanzie principali.


Grazie al fondo Finanziamenti più ampi

il Fondo di Garanzia, inoltre, ha avuto il merito di favorire anche un allargamento dei settori “coperti” con una conseguente crescita dei finanziamenti a Piccole e Medie Imprese.
Grazie al decreto anticrisi del 2008, infatti, il suo raggio di copertura è stato allargato ai settori dell’artigianato e dei trasporti. 
Inoltre, il Fondo ha visto crescere anche l’importo massimo che, se in precedenza si attestava a 500 mila euro, oggi è stato triplicato: sono 1,5 i milioni a disposizione.
Il sito ufficiale, chiamato proprio Fondo di Garanzia, offre molte informazioni e approfondimenti normativi utili per gli imprenditori che voglio richiedere Finanziamenti per Piccole e Medie Imprese.   

Chi Beneficia del Fondo di Garanzia

Ci sono particolari categorie di Imprese che possono beneficiare del Fondo di Garanzia al fine di ottenere Finanziamenti per Piccole e Medie Imprese. Le macro categorie sono costituite, appunto, dalle PMI, ad esclusione delle imprese artigiane, e possono avere anche una forma di Cooperativa. Inoltre, sono ammessi i consorzi e le società consortili.

Inoltre, è importante che questi soggetti siano inclusi in uno dei seguenti settori ISTAT:

  • - Agricoltura, caccia, silvicoltura
  • - Pesca, piscicoltura e servizi connessi
  • - Estrazione di minerali
  • - Attività manifatturiere
  • - Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua
  • - Costruzioni
  • - Commercio (ingrosso o dettaglio); riparazione di autoveicoli, motocicli e di beni personali e per la casa
  • - Alberghi e ristoranti
  • - Trasporti, magazzinaggio e comunicazioni
  •  - Attività immobiliari, noleggio, informatica, ricerca, altre attività professionali ed imprenditoriali
  • - Istruzione
  • - Sanità e altri servizi sociali


Più letti

Tassa Successione conto corrente

In caso di decesso di un familiare, la tassa di successione del conto corrente subentra per eseguire il trasferimento del patrimonio a favore di un figlio o del coniuge. Ma vediamo bene come ciò a [ ... ]

Come si Compila un Assegno: la guida

Sapere come compilare l’assegno è fondamentale: basta un dato inserito male o un campo lasciato vuoto per bloccarne la sua riscossione o il cambio in contanti. Per non sbagliare c’è la nostra gu [ ... ]

Qual'è il Numero Carta di Credito? I numeri, a cos...

Aggiornato il 15-03-2014 - Ogni carta di credito riporta, stampati sulla propria superficie, una serie di numeri e codici che bisogna saper distinguere. Vediamo insieme il numero di Carta di Credi [ ... ]

Cointestazione Conto Corrente: Firma Disgiunta o C...

La cointestazione del conto corrente è una possibile di sicuro interesse per chi, all’interno di una famiglia per esempio, vuole condividere un conto bancario riducendo le spese. E’ importante, p [ ... ]

Bonifico Europeo Unico: Cos’è, come si esegue

Di recente introduzione, il bonifico europeo unico rappresenta un valido mezzo di pagamento. Vediamo bene quali sono le sue caratteristiche e le differenze correnti rispetto a un bonifico semplice.

 [ ... ]