You are here: Home » Finanziamenti » Finanziamenti Piccole e medie Imprese: Fondo di Garanzia

Finanziamenti Piccole e medie Imprese: Fondo di Garanzia

Grazie alla legge 662 del 1996, tra i finanziamenti per le Piccole e Medie Imprese c’è il Fondo di Garanzia. Si tratta di uno strumento molto importante nato e gestito dal Ministero per le Attività Produttive.

Il Fondo di Garanzia

Si tratta di uno strumento a sostegno dell’attività imprenditoriale che, grazie alla Legge 662 del 1996, apporta un’importante garanzia per i finanziamenti a Piccole e Medie Imprese.
La sua funzione principale, in sostanza, è quella di rappresentare un Garanzia Pubblica che lo Stato, in sostanza, offre alle Banche finanziatrici di Imprese e piccole Aziende.
Va da se che si tratti di un’importantissima soluzione che permette a molte Piccole e Medie Imprese di ottenere finanziamenti anche in assenza di Garanzie principali.

Grazie al fondo Finanziamenti più ampi

il Fondo di Garanzia, inoltre, ha avuto il merito di favorire anche un allargamento dei settori “coperti” con una conseguente crescita dei finanziamenti a Piccole e Medie Imprese.
Grazie al decreto anticrisi del 2008, infatti, il suo raggio di copertura è stato allargato ai settori dell’artigianato e dei trasporti. 
Inoltre, il Fondo ha visto crescere anche l’importo massimo che, se in precedenza si attestava a 500 mila euro, oggi è stato triplicato: sono 1,5 i milioni a disposizione.
Il sito ufficiale, chiamato proprio Fondo di Garanzia, offre molte informazioni e approfondimenti normativi utili per gli imprenditori che voglio richiedere Finanziamenti per Piccole e Medie Imprese.   

Chi Beneficia del Fondo di Garanzia

Ci sono particolari categorie di Imprese che possono beneficiare del Fondo di Garanzia al fine di ottenere Finanziamenti per Piccole e Medie Imprese. Le macro categorie sono costituite, appunto, dalle PMI, ad esclusione delle imprese artigiane, e possono avere anche una forma di Cooperativa. Inoltre, sono ammessi i consorzi e le società consortili.

Inoltre, è importante che questi soggetti siano inclusi in uno dei seguenti settori ISTAT:

  • – Agricoltura, caccia, silvicoltura
  • – Pesca, piscicoltura e servizi connessi
  • – Estrazione di minerali
  • – Attività manifatturiere
  • – Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua
  • – Costruzioni
  • – Commercio (ingrosso o dettaglio); riparazione di autoveicoli, motocicli e di beni personali e per la casa
  • – Alberghi e ristoranti
  • – Trasporti, magazzinaggio e comunicazioni
  •  – Attività immobiliari, noleggio, informatica, ricerca, altre attività professionali ed imprenditoriali
  • – Istruzione
  • – Sanità e altri servizi sociali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *