Denuncia Sinistro Assicurazione: come farla

Scritto da Paolo Tritapepe.

b_200_200_16777215_00_images_stories_denuncia_sinistro_assicurazione.jpgI termini entro i quali deve essere fatta una denuncia di sinistro vengono stabiliti da codice civile, che stabilisce la tempistica di tre giorni dal momento in cui il fatto si verifica, o in cui l'assicurato ne viene a conoscenza.

Entriamo nei particolari della Denuncia
Il condizionale tuttavia è d'obbligo poiché questo termine è puramente indicativo, e i contratti possono stabilire anche un termine di tolleranza maggiore e minore, per cui bisogna sempre controllare con estrema attenzione le condizioni contrattuali.
Infatti bisogna attenersi in modo scrupoloso al rispetto della tempistica per la denuncia del sinistro, pena la perdita del diritto al rimborso o al risarcimento da parte della compagnia di assicurazione, mentre le modalità con cui inviarla sono la classica raccomandata A/R, il fax o per alcune compagnie l'invio online.


 

Comporre bene la Domanda
Non bisogna sottovalutare neanche l'aspetto formale della domanda, ed in particolare quali siano le informazioni obbligatorie da inviare immediatamente per l'apertura della pratica di sinistro, e quali invece possono essere inviate in un secondo momento, fattori questi che variano a seconda che si tratti di polizze del ramo 'danni' o del ramo 'vita'.



Per il ramo danni:

  1. denuncia di sinistro su polizza casa (incendio, furto, rapina, scippo): vanno specificati data, ora e luogo dell'evento, descrizione e le relative cause, numero di polizza o di contratto, e va allegata la copia della denuncia alle autorità di polizia se è stata effettuata;
  2. denuncia per polizza Responsabilità civile del capofamiglia: data, ora e luogo con descrizione dei fatti, richiesta di risarcimento delle persone danneggiate e dati identificativi (anagrafici e di residenza), e il numero di polizza o contratto;
  3. denuncia per infortunio: numero di contratto o polizza, data ora e luogo dell'infortunio, descrizione della dinamica, certificati medici attestanti l'infortunio e la specifica del tipo di intervento ricevuto. In caso di morte va allegato anche il certificato di morte e in caso di ricovero la cartella clinica (successivamente si dovranno inviare i documenti attestanti il diritto a percepire il risarcimento, testamento, ecc...);
  4. denuncia per polizza sanitaria: oltre alla data, ora e luogo, e i dati identificativi della polizza (normalmente riportati sulla green card rilasciata al momento della stipula), bisogna allegare il certificato medico che riporti le informazioni sulle ragioni del ricovero, o tipo di intervento, ed eventuali ricevute delle spese mediche già anticipate.

 

Per incidenti
Nel caso della denuncia a seguito di un incidente, sono le compagnie di assicurazione a specificare i canali da usare oltre a quelli tradizionali, come la denuncia per telefono resa possibile nei confronti delle compagnie online.
La denuncia andrà effettuata sempre entro 3 giorni, mediante l'invio della copia del modulo blu Cai che dovrà essere sottoscritto da ambo le parti in caso di constatazione amichevole, oppure a firma singola se non è stato trovato l'accordo o non è stato possibile compilare il modulo. Il sinistro andrà aperto anche in caso di intervento delle autorità di polizia, allegando in un secondo momento l'esito dell'istruttoria condotta.
Se ci sono testimoni vanno riportati tutti i loro dati identificativi, ed anche l'eventuale presenza di feriti, e la descrizione sommaria dell'accaduto.

 

Polizze Vita/Malattia
Per le polizze vita temporanea caso morte, le compagnie richiedono l'apertura del sinistro entro la tempistica imposta dal contratto, ma di prassi l'invio della documentazione necessaria per procedete alla liquidazione del capitale (certificato di morte, testamento, ecc...), vengono inviati in un secondo momento, ma entro i 30 giorni in cui dovrebbe avvenire il pagamento della somma assicurata, a meno di ritardi dovuti ad accertamenti giudiziari (ad esempio morte sul lavoro, per incidente stradale, ecc...).



Più letti

Validità assegno circolare: scadenza e conseguenze...

Un assegno circolare ha validità precisa che ogni cliente o utente di Banca ha l’obbligo di rispettare per non incappare in problemi legati al cambio dello stesso titolo di pagamento. Concentriamoc [ ... ]

Orari Banche: le aperture, Banca per Banca

Le informazioni relative agli orari di apertura e chiusura degli sportelli della tua Banca. Le informazioni Banca per Banca con i  contatti utili a conoscere gli orari delle Banche.

Apertura e Chi [ ... ]

CRO Bancario: come ottenerlo, per cosa utilizzarlo

Il codice di riferimento operazione (CRO) è un codice singolo di undici cifre. A cosa serve? E come possiamo ottenerlo?

Il CRO Bancario è un codice composto da undici cifre (codice riferimento op [ ... ]

Ricaricare una PostePay con una carta di credito: ...

Una PostePay è una comoda carta che è possibile ricaricare in diversi modi, compreso quello che prevede l'uso della carta di credito. Per sapere come ricaricare una PostePay, anche con carta di cred [ ... ]

Mav bancario: cos’è e come si effettua

Il Mav bancario è uno degli strumenti bancari più utilizzati, vediamo come si effettua e cosa comporta il suo utilizzo.

Mav: cos’è e cosa permette di fare
trong> Il Mav, conosciuto anche come pagame [ ... ]