spese conto deposito

Spese conto deposito: tutte le voci!

spese conto depositoIl conto di deposito è oggi un prodotto piuttosto diffuso, molto pubblicizzato e anche abbastanza scelto da chi vuole cercare di ottenere qualche profitto dagli interessi creditori. Eppure vi sono le spese di conto deposito che andrebbero tenute in considerazione prima di sceglierne uno.

La maggior parte delle Banche maggiori oggi hanno nel loro paniere di prodotti da offrire un conto di deposito. Lo si può scegliere per depositarvi i propri risparmi vincolandoli per un determinato periodo con la promessa di interessi discreti.

L’offerta è ampia ma attenzione proprio alle spese conto deposito!.

 

Quali sono le spese da valutare

Elenchiamo le voci di costo che un conto di deposito prevede.

  • Apertura del conto: in genere vi sono delle spese da ricercare sin dal foglio illustrativo.

  • Costi di versamento. Potrebbero anche non essere previsti.

  • Svincolo anticipato: prelevare il denaro prima della scadenza prevista da contratto è possibile, ma può avere un costo “a parte”. Da valutare!

  • Estratti conto: se la banca ne prevede l’inoltro, potrebbero esserci spese specifiche specificate sul contratto.

  • Documentazione cartacea: l’invio di documentazione riepilogativa e documenti contabili sia in forma cartacea che tramite web

  • Spese di chiusura conto deposito. Potrebbero essere non previste dalla Banca che potrebbe cancellarle, ma è bene individuarle.

  • Liquidazione degli interessi: La banca potrebbe applicare un costo scalabile direttamente dalla quota di interessi.

  • Bollo : se la Banca non decide di accollarselo, il bollo è tra le spese conto deposito.

  • Diritti fissi: voci di costo indefinite eppure a volte previste.

  • Commissioni di uscita: La banca potrebbe prevedere anche una commissione al momento della chiusura del conto di deposito.

Infine facciamo riferimento alla ritenuta fiscale che la Legge applica sugli interessi maturati sui nostri risparmi. Non si tratta di una vera e propria forma di spesa, eppure la ritenuta fiscale è pari al 20% ed è reale e prevista.


Ti può interessare anche:  Scoperto di conto senza Fido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *