conto successione

Successione Conto Corrente

Davvero importante la successione del conto corrente nel caso di scomparsa dell’intestatario. Delucidazioni chiare su come gestire la gestione della successione al fine di guidarvi verso il recupero dei risparmi a favore dei legittimi eredi.

Cos’è la Successione del Conto Corrente

Tanto per cominciare diamo, in linea molto generale, una definizione di “successione conto corrente”: in caso di morte di una persona tutti i suoi beni ed anche gli eventuali debiti si trasferiscono agli eredi. Tale passaggio può avvenire per legge – le quote dovuti agli eredi sono stabilite dal Codice Civile – o per testamento olografo, ovvero i beni vengono destinati nel modo stabilito dal deceduto.

Nel caso specifico del conto corrente in successione è necessario considerare due casi:

  • decesso dell’unico intestatario del conto corrente
  • decesso di uno dei cointestati

Ma prima di entrate del merito di questi due casi, introduciamo l’importante aspetto del versamento delle Tasse di successione sul conto corrente.

Pagare la Tassa di Successione Conto Corrente

Successione: i Due casi

Decesso Intestatario

In caso di decesso dell’unico intestatario del conto corrente gli eredi hanno il dovere di comunicare alla banca l’avvenuta morte tramite un certificato di morte e il diritto di conoscere se ad esempio ci sono libretti di risparmi, depositi di somme, custodia di titoli, ecc. Gli eredi hanno, inoltre, l’obbligo di riconsegnare alla banca gli assegni non utilizzati, bancomat, carta di credito, in altre parole tutto ciò che è di proprietà della banca. Se tali documenti non dovessero essere ritrovati, si procede immediatamente con la denuncia di smarrimento e la banca provvederà a bloccare il conto. Comunque sia gli eredi diventano proprietari dei beni del deceduto solo dopo aver concluso tutta la pratica di successione e ottenendo la certificazione relativa: una copia dovrà essere esibita alla banca.

Ti può interessare anche:  Chiusura Conto Arancio: la guida per chiudere il conto di ING Direct

Decesso Cointestatario

Per quanto riguarda invece il decesso di uno dei cointestatari (conto corrente intestato a due o più persone) è necessario considerare due ipotesi: conto corrente a firma congiunta (per esempio uno dei titolari deve prelevare dei soldi, è necessaria la firma anche degli altri) e conto corrente a firma disgiunta (ognuno può prelevare per conto proprio).

Nel caso del conto corrente cointestato a firme disgiunte ognuno degli altri cointestatari ha il diritto di disporre separatamente sul conto; lo stesso diritto aspetta  a tutti gli eredi del cointestatario che dovranno esercitarlo tutti insieme. Gli eredi dovranno effettuare una semplice variazione di intestazione a loro favore, ne conseguirà che il luogo del nominativo del defunto risulteranno i nominativi degli eredi. Se la cointestazione è, invece, a firme congiunte il conto viene bloccato del tutto fino all’identificazione attestata degli eredi legittimi. Questi poi dovranno esercitare insieme all’intestatario rimasto in vita e nello stesso tempo decideranno la sorte del conto.

Per tutti i dettagli: https://www.bancheitalia.it/conti-correnti/tassa-successione-conto-corrente.htm

 

 


4 commenti su “Successione Conto Corrente”

  1. Per favore potrebbero dirmi la loro opinione su questo quesito?
    Un mio anziano amico ha ereditato dal fratello la somma di denaro che aveva in banca. Si precisa che il de cuius aveva un conto cointestato con la moglie. Essendo lei molto malata, su consiglio del direttore aveva aperto un conto solo a suo nome e vi aveva versato tutto il suo patrimonio in denaro ( 4 mila euro). Non sapeva di essere anche lui molto malato. Dopo un mese in effetti l’intestatario del conto è morto lasciando in testamento la somma in banca al suo cugino (mio amico).

    Ora la banca pretende che sia chiuso prima il vecchio conto a nome dei due coniugi deceduti, ma per fare questo esige che sia pubblicata la successione del marito dalla moglie. Nel conto che era cointestato esistono ora 92 Euro di deposito. La banca non accetta di dare i soldi dell’altro conto (appunto 4.000 E.) al cugino erede del de cuius se prima non chiude il conto coientestato. Cosa che lui non può fare in quanto lo avrebbe dovuto fare il de cuius). Preciso che la signora morta non ha lasciato beni.

  2. gaetano morello

    sono stato diseredato, vorrei sapere se mi tocca la legittima del conto corrente bancario della madre deceduta come figlio, visto che e stato lasciato tutto al figlio maggiore?

  3. Mia madre mia sorella hanno a mia insaputa spostato un certa quantita di soldi dalle poste alla banca di mio cognato che lavora come vice direttore, in tal senso il libretto dei soldi che versa mia madre la sua pensione + 115,000 euro e intestato a mio cognato o meglio cointestato cosa significherebbe alla morte di mia madre,

  4. Salve mi chiamo Franca e non so se questo è il miglior modo, ma vorrei chiarirmi alcuni dubbi in merito al vostro articolo sulle modalità di successione e il congelamento di un conto dovuto al decesso del titolare.

    La banca può congelare un conto bancario pur non ricevendo alcuna comunicazione del decesso del titolare?Cosa serve alla banca per congelare un conto dopo il decesso?Quanto tempo hanno i parenti per comunicare alla banca il decesso del titolare?

    Spero di trovare delle risposte

    Vi ringrazio anticipatamente.

    C.S.

Rispondi a Renata Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *