Signoraggio Bancario: definizione e disinformazione

Quello del signoraggio bancario è un tema molto discusso e controverso che, riguardando i profitti che le banche traggono dall’emissione di moneta, suscitano riflessioni e dubbi da parte di scettici e i critici del sistema bancario.

Signoraggio Bancario: la definizione

Affrontiamo questo argomento scottante prendendo in considerazione la posizione ufficiale, ma anche le contro-tesi che ne criticano l’impostazione. Vogliamo tentare di aiutarvi a capire cos’è il Signoraggio Bancario e perché è così duramente criticato.

Emissione di moneta negli Stati nazionali

Etimologicamente, la parola Signoraggio deriva dal termine di origine provenzale senhor/senhoratge: risalente al Medioevo, la parola era associata ai tentativi di indipendenza dei signori feudali dai Sovrani attraverso il potere di coniare e battere una propria moneta.
Nella nostra attuale economia, il Signoraggio Bancario è ancora collegato all’emissione di moneta, ma ora gestita da parte della Banche Centrali nazionali: il signoraggio è il reddito che uno Stato ottiene appunto, dall’emissione di moneta. La voce di Wikipedia, molto curata, è un’ottima risorsa per approfondire la visione ufficiale del Signoraggio Bancario.

Le critiche al Signoraggio Bancario

Il perché della dura controversia che da anni domina il web e che riguarda proprio il Signoraggio Bancario risiede tutta nell’interpretazione che “altre voci” offrono del nostro sistema di emissione di denaro. Sebbene nella produzione di denaro non vi sia alcun problema, poiché fondamentale per l’economia di un Paese, la critica mossa dal sito www.signoraggio.com, ad esempio, colpisce duramente gli interessi che ci sarebbero dietro il funzionamento del Sistema Italiano. Il denaro, in Italia, è fisicamente prodotto e emesso da Bankitalia, una società dietro di cui ci sono, in percentuale di partecipazione differente, molte Banche private italiane e non. L’accusa verso di esse e anche il nostro Stato interesserebbe gli alti costi di produzione che tutti i contribuenti italiani pagherebbero verso Bankitalia per l’attività di emissione di denaro: il nostro Stato, in alternativa, potrebbe eliminare il problema del signoraggio bancario prendendosi carico direttamente dell’onere di coniare il denaro evitando le ingenti spese.

Il denaro Prestato agli Stati

Anche nel sito www.disinformazione.it  si affronta il discorso del signoraggio bancario con tono critico. Leggendo le sue pagine emerge un approccio critico verso il criterio in vigore secondo cui il sistema bancario incaricato di emettere la moneta corrente si troverebbe in una situazione di assoluto vantaggio collegata ad un duplice guadagno. I cittadini italiani, infatti, pagherebbero non solo per la produzione/emissione del conio, ma verserebbero anche gli interessi dovuti per “il prestito di moneta” a favore dello Stato.

Tutte le informazioni sul Web

Questa nostra presentazione del concetto del Signoraggio Bancario, naturalmente, non vuole essere esaustivo di tutte le voci e le interpretazioni prodotte nel corso degli anni. L’obiettivo nostro è solo quello di introdurvi alla complessità della questione con l’invito ad approfondire l’argomento sul web dove le pagine ad esso dedicate sono davvero numerose. La ricchezza e varietà dei contenuti esistenti, inoltre, è sintomo di quanto il Signoraggio Bancario costituisca davvero una problematica sentita.


Leave a Reply