carta inps

Carta Inps: per la Pensione

Carta Inps: per la PensioneDal 2012 i pensionati sono obbligati a far transitare ogni accredito della propria pensione mensile presso una Banca o Poste Italiane. Ma un’interessante novità e la nuovissima Carta Inps che potrebbe aiutare molti a risolvere questo problema.



La nuova Inps Card Poste Italiane

Evitiamo subito di confondere le idee ai pensionati che, ricevendo una pensione mensile superiore ai 1.000,00 euro, sono in cerca di una soluzione non dispendiosa per renderla “tracciabile” al fisco. Il nome ufficiale è Carta Inps ed è distribuita dall’Ente previdenziale in collaborazione con Poste Italiane: per questa ragione molti potrebbero averla sentita sotto il nome “Carta Inps Poste Italiane”.
Si tratta di una carta Prepagata su cui è effettivamente possibile scaricare la propria pensione aggirando (legalmente) il problema dell’accensione di un conto corrente bancario o postale ad hoc!

Ricariche, Prelievi, Utilizzo
La Carta Inps, o Inps Card che si voglia dire (è utile specificare che si tratta dello stesso prodotto) funziona come una normale carta di credito prepagata che può essere ricaricata periodicamente. Nel suo caso specifico, però, la ricarica può consistere nell’accredito della Pensione. Mensilmente, quindi, la carta sarà ricaricata mediante il versamento della Pensione mensile. Ma aggiungiamo come sia anche possibile ricaricarla non solo con accrediti automatici da parte dell’Inps, ma anche in contanti attraverso un qualsiasi sportello postale.
Per quanto riguarda i prelievi, è utile sapere che la somma massima giornaliera è di 600,00 euro: è possibile attingere i contanti della carta sia presso uno sportello di Poste Italiane, sia tramite Postamat.
Infine, segnaliamo che può essere impiegata per fare acquisti presso esercenti dotati di un normale Pos collegato con il circuito e online con Siti internet che accettano carte prepagate.

Ti può interessare anche:  Utilizzare la carta di credito in internet

Vuoi richiederla?
E’ possibile richiederla molto facilmente recandosi presso una filiale della rete.
Ricordando che si tratta di uno strumento pensato ad hoc per i pensionati e la tracciabilità delle pensioni, la richiesta della Carta Inps prevede la compilazione di una documentazione in cui il richiedente offrirà una serie di dati utili, in seguito, a verificare il flusso del denaro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *