Assegno a Me Medesimo: regole e limitazioni

assegno bancario

Una formula spesso impiegata è quella dell’assegno “a me medesimo”. Sembra una dicitura con poco senso, eppure si tratta di un’opzione da sempre impiegata. La analizziamo spiegando anche quali cambiamenti hanno introdotto le recenti novità in fatto di uso degli assegni e di riduzione del contante.

L’assegno a me medesimo: che cos’è

L’assegno a me medesimo è una formula applicata per compilare un assegno e girarlo a se stessi, niente di più. Se si possiedono conti in banche diverse, ad esempio, la formula a me medesimo, oppure a me stesso, aiuta a spostare denaro da un conto ad un altro. Naturalmente, inserire questa formula esclude che l’assegno sia incassato da persona diversa da se stessi, appunto.

Un assegno compilato in tale modo diventa un assegno assimilabile a quello non trasferibile, anche se non richiedono di apporre anche la dicitura di “assegno non trasferibile”.

Il beneficario di tale tipologia di assegno può essere indicato come “a me medesimo” oppure “all’ordine mio proprio”, entrambe queste diciture sono corrette e possono essere utilizzate nella compilazione dell’assegno.

Inoltre, se fino a poco tempo fa la soglia massima per intestare un assegno a se stessi era costituito dalla somma di 12500 euro, oggi al massimo si potranno spostare 5000 euro.

L’intestazione “a me medesimo”

Un assegno con intestazione “A me medesimo” , quindi, sembra poter essere impiegato solo per l’incasso e da parte del traente, ossia titolare del conto corrente. Inoltre, la legge ne vieta la girata a favore di altri soggetti lasciando come unica soluzione dopo l’emissione l’incasso diretto presso la banca o l’ufficio postale.

L’assegno va sempre compilato con attenzione, senza errori e cancellature di ogni sorta. Va sempre indicato il luogo di emissione, l’importo e va messa la tua firma. Se manca anche solo una di queste informazioni, la banca potrebbe rifiutare il pagamento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *