Chiusura conto corrente: ecco come fare, modulo, tempi, lettera, estinzione del c/c

chiusura conto corrente

Se avete la necessità di chiudere il vostro corrente e non sapete come fare, non vi preoccupate: ve lo spieghiamo noi con questa semplice ed utile guida.

Chiudere il conto corrente: la procedura

Chiudere un conto corrente è un’operazione molto semplice, che non necessita di particolari accorgimenti. La prima cosa da sapere è che la chiusura di un conto corrente è gratuita: non esistono spese accessorie da pagare e il cliente può decidere di chiudere un conto corrente in qualunque momento, senza avere penali. Nel caso di un contratto di c/c con una banca, è da tenere presente che ogni Istituto di credito ha le proprie regole e i propri metodi di chiusura. Quella che possiamo offrire è una panoramica generale, in cui riassumere in maniera completa tutte le banche che offrono un tale servizio.

La legge dalla nostra parte

Una notizia che può fare certamente piacere a tutti i clienti di Banca è quella riguardante l’ormai famoso decreto legge Bersani che, occupandosi soprattutto di tutela dei consumatori, ha stabilito come ogni titolare di conto corrente può richiedere e ottenere in qualsiasi momento la Estinzione Conto senza subire alcuna penalità o spesa di chiusura. La norma in questione è il decreto 223/2006, secondo cui “sussiste, per tutti i possessori di conti correnti bancari, la possibilità di interrompere il contratto “unilateralmente”, ossia per propria autonoma iniziativa.

Spese di Chiusura del Conto Corrente

L’esenzione da spese è uno dei provvedimenti contenuti nel Decreto Bersani, che prevede solo il pagamento delle normali spese relative al c/c: ad esempio, se al momento della chiusura i nostro conto corrente è a debito, dovremo prima pagare il saldo e gli interessi, per poi procedere alla sua chiusura redigendo una lettera.

chiudere conto corrente

Come si procede alla chiusura del conto corrente

La semplice procedura per chiudere un conto corrente prevede una serie di operazioni fondamentali, senza le quali la banca non potrà provvedere a chiudere il conto corrente. Ecco una lista:

  • Compilare l’apposito modulo di chiusura del c/c, disponibile in ogni filiale bancaria
  • Assicurarsi che il conto sia a credito, altrimenti saldare il debito e le relative spese con interessi
    estituire alla banca tutti i servizi offerti, come bancomat, carta di credito o libretto assegni, assicurandosi che, anche qui, non siano presenti debiti. Qui l’articolo con i costi di chiusura di un conto corrente.
  • Se si hanno abbonamenti o addebiti aperti nel proprio conto corrente, chiuderli o trasferirli nel nuovo c/c aperto

Lettera Raccomandata di chiusura Conto

Prestiamo molta attenzione alla qualità della Lettera Raccomandata che bisogna inviare alla propria Banca per richiedere la chiusura del conto. Per essere brevi, questa deve specificare:

  • Oggetto: “Chiusura del conto Corrente”
  • Luogo e data
  • Corpo centrale con: “Io sottoscritto (dati anagrafici, residenza)
  • Numero del conto corrente
  • Corpo testuale in cui si specifica la volontà a chiudere il conto

Aspetti Fondamentali sulla Lettera di Chiusura Conto Corrente

Condizione per poter esercitare questo diritto, comunque, è la sussistenza di un giustificato motivo che rispetti a pieno anche il contenuto dall’articolo 1341 del codice civile. Inoltre, specifichiamo come qualsiasi tipo di modifica contrattuale o di intenzione di rescissione dello stesso o, nel caso di un conto corrente bancario, di richiesta di chiusura è intesa necessaria la “comunicazione scritta” formalizzata.

Quanto tempo occorre per chiudere un conto corrente?

Il tempo utile per la chiusura del conto dipende dalle possibili operazioni ancora attive sul conto stesso, come ad esempio i pagamenti effettuati con carta di credito, incasso degli assegni, ecc.

L’istituto di credito ha, comunque, il diritto di addebitare le spese di tenuta conto dal 1° gennaio al momento dello scioglimento del contratto e le spese di invio dell’estratto conto finale. Se il correntista ha depositato sul conto dei titoli, l’operazione di chiudere o trasferire il proprio conto presso un’altra banca è decisamente più costosa.

Modalità di Chiusura tramite la nuova Banca

Nella maggior parte dei casi si decide di chiudere l’attuale conto magari,  per aprirne un altro presso una nuova banca e magari a costi più vantaggiosi. In tale circostanza chi decide per l’estinzione del conto corrente ha la possibilità di richiedere proprio alla nuova banca l’estinzione del conto corrente presso la vecchia. Tutto ciò avviene mediante la compilazione di appositi modelli prestampati e mediante l’invio telematico della richiesta di variazione nella domiciliazione bancaria dei pagamenti o RID (addebito diretto sul conto corrente di alcuni pagamenti periodici, come ad esempio telefono, gas, energia elettrica).

Il vantaggio? Cambiare banca, ovvero aprire il nuovo conto corrente, in tempi brevi e soprattutto senza recarsi negli sportelli in cui è acceso il vecchio conto corrente.

Suggerimenti per chiudere un conto corrente

Ricordate che le spese per chiudere un conto corrente e trasferirlo in un’altra banca sono nulle. In questo caso, è anche possibile richiedere alla nuova banca di eseguire tutto il procedimento, al posto nostro.

Il tempo previsto per la chiusura può variare in base ai procedimenti e alla lentezza della richiesta inviata tramite l’apposito modulo. Consigliamo sempre di valutare bene tutte le condizioni, prima di prendere una decisione così importante.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *