Costo Libretto Assegni: quali e quanti sono i costi

costo libretto assegni

Un conto corrente permette di richiedere a avere a disposizione un libretto di assegni. Ma, in forma diversa a seconda della Banca, un libretto assegni prevede delle spese. Siamo, quindi, andati ad analizzare le voci di costo libretto assegni per aiutarti ad avere chiari in mente i fattori da confrontare per la scelta del tuo conto corrente.

Libretto assegni: quali sono i costi

Avere e possedere un libretto di assegni in relazione al conto corrente è molto semplice. La richiesta dell’invio libretto può essere sia avanzata al momento dell’apertura del conto, quindi rinnovata di volta in volta al termino dello stesso, ma anche richiederla in seguito, quando si comprende d averne bisogno. Ma un libretto assegno ha dei costi che devono essere tenuti presente.

Entriamo nel dettaglio delle voci di costo libretto assegno.

Costo libretto Assegni: le voci “abituali”

I costi sicuramente previsti da tutte le Banche sono innanzitutto quelli di richiesta e invio del libretto. La consegna, infatti, avviene per posta a domicilio e la Banca addebita un costo di pochi euro (2, 3,00 euro).

Specifichiamo, inoltre, come un cliente può decidere anche di richiedere un singolo assegno necessario per un unico pagamento, anche in tal caso puè essere previsto un costo di emissione e spedizione. Costo che varia se l’assegno richiesto è “non trasferibile” o “circolare”.

Costo libretto Assegni: voci particolari

Poi vi sono i costi meno conosciuti, ma che comunque possono essere addebitati in determinati casi.

Li elenchiamo:

  • Assegno non pagato: quando un assegno emesso non viene pagato dalla nostra banca, la comunicazione che deve essere emessa verso la banca del beneficiario viene pagata da noi clienti.

  • Assegno emesso verso l’estero non pagato: se l’assegno emesso verso beneficiario estero “torna indietro”, si ha comunicazione tra banche che viene addebitata al cliente.

  • Assegno protestato: il costo del libretto assegno prevede anche che, in caso di conto in rosso e protesto a danno di un assegno preveda l’addebito al cliente dei costi conseguenti alle dinamiche burocratiche.

  • Assegni con ritardo: può accadere che assegni incassati in ritardo rispetto alla data di emissione siano respinti e quindi tornino indietro verso la nostra Banca che addebiterà a nostro carico eventuali costi a lei precedentemente addebitati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *