estinguere mutuo

Estinzione parziale del mutuo: le Regole

Estinzione parziale del mutuoL’estinzione parziale del mutuo conviene?  Scopriamolo insieme, valutando i pro e i contro di questa operazione.

L’estinzione parziale del mutuo è prevista dall’articolo 40, comma 1, del Testo Unico Bancario, il quale afferma:

I debitori hanno facoltà di estinguere anticipatamente, in tutto o in parte, il proprio debito, corrispondendo alla banca esclusivamente un compenso onnicomprensivo per l’estinzione contrattualmente stabilito. I contratti indicano le modalità di calcolo del compenso, secondo i   criteri stabiliti dal CICR al solo fine di garantire la trasparenza delle condizioni

Per quale tipologie di mutuo?

Come si può vedere, è un’opzione adottabile in qualunque tipologia di mutuo richiesta. L’estinzione parziale di un mutuo avviene quando il mutuatario ha un saldo disponibile a coprire una parte del mutuo stesso, in modo che rimanga in via di pagamento solo la parte ancora non saldata.
Estinguendo questa parte, la banca si troverà con condizioni contrattuali modificate: ad esempio, non potrà più chiedere interessi per la parte saldata.

Estinzione e ricalcolo del mutuo

Una volta che si estingue una parte di mutuo, la parte restante verrà ricalcolata con delle nuove rate ad hoc, che verranno calcolate di nuovo insieme agli interessi: il calcolo sarà fatto moltiplicando la vecchia rata per la quota del mutuo ancora esistente.Solitamente, se si esegue un’estinzione parziale del mutuo è perché si ha una liquidità disponibile ed accessibile e si ha convenienza nel poter abbassare le rate mensili future.

Ti può interessare anche:  Mutuo conveniente

Proprio per questo motivo, molte banche offrono anche la possibilità di abbassare le rate ed allungare la durata del mutuo, senza bisogno di un’estinzione parziale. Ovviamente, un’operazione del genere è prevista dagli Istituti di credito perché, così facendo, possono contare ancora sugli interessi calcolati sul totale del mutuo.

Un nostro consiglio

Se ne avete la possibilità, riflettete bene su cosa sia più conveniente fare e chiedete alla vostra banca di riferimento un eventuale preventivo contrattuale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *