assegno circolare

Assegno Circolare Postale: regole e utilizzo

Vediamo con attenzione come utilizzare un assegno postale circolare, strumento di pagamento emesso da Poste Italiane oggi molto diffuso grazie alla capillarità e al successo tra il pubblico dei prodotti postali di carattere finanziario. Come usare, le regole di pagamento a mezzo di un assegno circolare postale.

Assegni Postali: gli assegni delle Poste

Sono anni, ormai, che Poste Italiane sono presenti sul mercato dei mezzi di pagamento e dei prodotti finanziari. Come per i conto correnti e le carte di pagamento, anche assegni e vaglia sono entrati nel loro carniere di offerte. Un correntista di Poste Italiane, quindi, può richiedere e impiegare per i suoi pagamenti un Assegno circolare Postale. L’utilizzo, però, prevede regole precise che andiamo a descrivere.

La clausola di non trasferibilità degli Assegni Postali

Specifichiamo come gli assegni Postali sono emessi dall’Azienda tutti con clausola di “Non Trasferibilità” inclusa. Questa deve essere apposta per tutti gli assegni di importo uguale o superiore a 1000 euro, mentre è possibile non rispettare per importi fino a 999,99 euro, ma è necessario richiedere l’assegno circolare postale privo della dicitura “Non trasferibile” pagandolo 1,50 euro.

Assegno Circolare Postale: come funziona

A parte la non trasferibilità, Poste Italiane mette a disposizione dei suoi correntisti anche l’assegno circolare. Deve essere richiesto direttamente in Filiale e per importi di cui il conto corrente è fornito. Un assegno circolare Postale o bancario, infatti, blocca la somma di cui esso richiede il pagamento accertandone il pagamento, ad esempio, per l’acquisto di una casa oppure anche solo di un’automobile. Infatti, sono queste le situazioni più diffuse per cui è richiesto ed impiegato.

Ti può interessare anche:  Le Banche Popolari Italiane

Come Impiegare l’Assegno Circolare Postale

Abbiamo già specificato che un assegno circolare Postale deve essere richiesto al nostro operatore, quindi non lo abbiamo in carnet insieme agli assegno “Non Trasferibili”. La richiesta, inoltre, deve essere accompagnata dalla comunicazione dei dati del beneficiario a cui poi, il titolo di pagamento potrà essere consegnato.


1 commento su “Assegno Circolare Postale: regole e utilizzo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *