trasperenza-bancaria

Trasparenza Bancaria: siamo garantiti?

Trasparenza BancariaTrasparenza Bancaria: siamo garantiti?

Noi clienti di Banca dobbiamo tenere sempre a mente l’esistenza della normativa sulla trasparenza bancaria che può aiutarci molto nei rapporti con i nostri Istituti. Ma come e perchè siamo tutelati?

Il T.U.B., il C.I.C.R. e la Banca d’Italia

Tutte le norme di trasparenza bancaria sono specificate nell’importante Testo Unico Bancario, il TUB appunto e affiancate dalle delibere emanate dal Comitato Interministeriale per il Credito ed il Risparmio. Inoltre la Banca d’Italia gioca un ruolo fondamentale attraverso una costante azione di controllo e vigilanza che ha come oggetto l’operare degli Istituti e la natura di servizi e prodotti.
La nostra Banca centrale esegue periodici controlli e ispezioni volti a valutare il comportamento degli operatori nazionali verso la clientela.

 

Le norme vigenti: chiarezza, semplicità, diritti del cliente

Le attuali norme sulla trasparenza bancaria, rispetto alle precedenti regole, hanno voluto superare una situazione poco chiara e favorevole per l’utenza che si basa su modalità macchinose di informazione, opuscoli informativi ridondanti e troppo lunghi, una reale scarsa attenzione ai diritti dei clienti. La nuova regolamentazione sulla trasparenza, invece, è basata su una serie di documenti di base che sono resi più accessibili, chiari, semplici da comprendersi.

 

I documenti utili al cliente

Ma quali sono i documenti che il cliente avrà a disposizione secondo le nuove norme di trasparenza bancaria? Vediamoli subito, specificando che questi hanno subito modifiche volte a renderli più semplici e di facile fruizione :

    il foglio illustrativo dei principali diritti del cliente;

  • fogli illustrativi circa condizioni economiche di prodotti e servizi e relative caratteristiche;
  • copia del contratto stipulato;
  • documento specifico su tutte le precise condizioni del contratto.
Ti può interessare anche:  Usura Banche: Scoprire i Tassi Usurari Mutuo

Sono inoltre state aggiunte anche delle Guide utili ad orientare il cliente dedicate a diversi prodotti e servizi:

  • guida al conto corrente
  • guida ai principali servizi connessi al conto corrente;
  • guida al mutuo ipotecario;
  • guida per la risoluzione delle controversie in via extragiudiziale.

 

La vendita dei prodotti: la convenienza per il cliente?

Essendo impegnate nella promozione di prodotti e servizi anche le Banche sono interessate a spingere soluzioni che permettono loro di “guadagnare” di più. Ma che ne sarà della convenienza per il cliente? Le norme sulla trasparenza bancaria sottolineano la correttezza della commercializzazione e la Banca d’Italia rassicura sull’obbligo, per gli Istituti, di organizzare strategie di vendita che non influiscano sulla decisione del cliente verso la scelta di determinati prodotti e servizi anziché altri.

 

Modificare i contratti

Un altro importante aspetto sottoposto a particolare trattamento dalle attuali norme sulla trasparenza bancaria è la gestione dei contratti. Le modifiche ad essi sono previste dall’art. 118 del sopra citato T.U.B. e devono seguire un fondamentale divieto: le banche non possono, in sede di modifica con il cliente, prevedere nuove condizioni senza che il cliente stesso non le approvi apportandovi una nuova firma per decretare il proprio consenso. Ma Attenzione!
In qualche caso gli Istituti dimostrano ancora un comportamento scorretto in casi simili!

Approfondisci la tua conoscenza sulla trasparenza bancaria leggendo anche gli articoli centrali della Legge sulla Trasparenza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *