bancomat smegnetizzato

Bancomat smagnetizzato: cosa fare e a chi rivolgersi

Vi è mai capitato di dover effettuare un pagamento con la vostra carta bancomat o di dover ritirare dei soldi allo sportello e di vedersi rifiutata l’operazione? Se non è un problema di mancanza di fondi, allora potreste avere un bancomat smagnetizzato.

Bancomat smagnetizzato: cosa fare e a chi rivolgersi

Un bancomat smagnetizzato è un fenomeno molto diffuso. Le carte bancomat funzionano grazie ad una banda magnetica, posta nella parte inferiore della carta stessa. Grazie a questa banda, quando si fanno acquisti o si ritirano soldi allo sportello, gli appositi strumenti “leggono” tutte le informazioni necessarie per effettuare l’operazione e per autorizzarla.

Le Cause del bancomat smagnetizzato

Quando il pagamento o il ritiro del denaro ci viene rifiutato, i motivi possono essere due: non si hanno abbastanza fondi disponibili (o si è superata la soglia di fido) o abbiamo nelle mano in bancomat smagnetizzato. Nel caso in cui il nostro problema fosse il secondo, non c’è motivo di allarmarsi: è un intoppo frequente e facilmente risolvibile.
E’ bene dire, comunque, che non si ha una causa ben precisa che spieghi la smagnetizzazione di un bancomat. Sicuramente la banda magnetica può smettere di funzionare correttamente per cause molteplici e molti consigliano di evitare l’avvicinamento del bancomat a calamite, televisioni, cellulari e qualsiasi altro dispositivo che possa interferire con la banda stessa.

Molti ritengono anche che possa essere un problema di usura della carta e di cattiva custodia. Qualunque sia la causa, potremo facilmente ottenere una nuoca carta bancomat.

La smagnetizzazione del Bancomat è una situazione molto frequente in cui ognuno può trovarsi una volta nella vita: è bene sapere come gestire la situazione e richiedere alla banca una nuova carta Bancomat.

Ti può interessare anche:  Carta Prepagata Revolut in Italia: Costi e Opinioni

Come ottenere un nuovo bancomat?

In caso di bancomat smagnetizzato, sarà necessario recarsi nella sede della banca di appoggio, portando con noi il relativo bancomat. Consegneremo al cassiere la carta smagnetizzata descrivendo il problema e compileremo l’apposito metodo di richiesta per una nuova carta. Il vecchio bancomat sarà letteralmente tagliato in due e dovremo aspettare l’arrivo di quello nuovo, che sarà spedito alla filiale di credito, insieme al relativo PIN.
Solitamente, i tempi di arrivo variano da pochi giorni ad un paio di settimane. In altri casi, potrebbe essere disponibile un nuovo bancomat direttamente in sede.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *