carte prepagate

Le carte prepagate

Le carte prepagate permettono di decidere a priori la somma massima di spesa, sono molto sicure ed evitano lo spiacevole inconveniente di sforare quello che è il vostro tetto di spesa. Inoltre è possibile acquistarle anche se non si possiede un conto corrente. Per voi tutte le informazioni sulle carte di credito prepagate.

Le carte prepagate: cosa sono e come funzionano

Le carte prepagate sono una particolare forma di carta di credito che permettono di incrementare la sicurezza e l’anonimato quando si effettuano acquisti online ed offline. Ma è una loro caratteristica unica l’offrire la piena possibilità di  decidere quando acquistarle e di quanto credito di spesa caricarle. In sostanza, tali carte mettono a disposizione del possessore una somma ben definita, terminata la quale non è possibile più acquistare nulla. Si tratta, quindi, di una tipologia di carta di credito molto adatta a chi non dispone di un conto corrente bancario ma vuole, comunque, un mezzo sicuro per difendere il proprio denaro ed effettuare i pagamenti ed ai ragazzi che ottengono il credito per la spesa dai loro genitori.

carte prepagate

I due tipi di carte prepagate

La forma classica di carta prepagata è quella “usa e getta” che, una volta esaurito il credito, possono essere effettivamente eliminate. Sono certamente comode nel caso in cui abbiamo programmato di fare un viaggio e vogliamo portare solo il credito necessario al nostro divertimento. Una seconda forma, però, è rappresentata dalle carte “ricaricabili” che, all’esaurimento del credito inserito una prima volta, possono essere ricaricate di una somma di pari importo, inferiore o superiore: saremo noi a deciderlo. Se avete un figlio che viaggia molto o che è uno studente fuori sede, questa soluzione farà senz’altro al caso vostro! Potrete fornirgli i soldi di cui ha bisogno tenendo sotto controllo la sue spese grazie al tetto massimo che sarete voi stessi a decidere.
Per acquistarle non è necessario avere un conto corrente! Potete recarvi in banca e caricarle versando i vostri contanti. Tra le Carte di Credito Prepagate una delle più utilizzate in Italia è la Carta Postepay Evolution, che permette di avere una Carta Prepagata con IBAN, molto comoda per ricevere pagamenti.

Ti può interessare anche:  Bancomat smagnetizzato: cosa fare e a chi rivolgersi

Carte Prepagate senza Conto Corrente

Avere un carta prepagata è più facile di quanto si pensi. Innanzitutto sappiate che non è necessario essere titolari di un conto corrente bancario! Infatti una carta può essere comprata (se è usa e getta) o ricaricata di volta in volta (se è ricaricabile) pagandola in contanti. E’ molto utile per i ragazzi e per chiunque preferisce non aprire un conto corrente, ma avere comunque un mezzo per preservare il proprio denaro e effettuare acquisti in tutta sicurezza. Tra le più famose c’è sicuramente la Genius Card Unicredit.

Sicurezza e anonimato negli acquisti

Avendo un proprio numero seriale, la carta prepagata permette di fare acquisti sicuri e anonimi. La sicurezza è legata al fatto che nella transazione di pagamento non viene fornito il numero di conto corrente  (che non potrà essere mai attaccato) del cliente; l’aninomato è, quindi, una conseguenza del fatto che la carta prepagata è indipendente, ossia non legata ad alcun conto corrente o al numero di qualsiasi altra classica carta di credito.

Spesa sotto controllo: il vantaggio delle Carte Prepagate

E’ un dato da tenere in considerazione che un carta prepagata permette di tenere assolutamente sotto controllo tutte le vostre spese o quelle del figlio a cui la avete regalata. Infatti una normale carta prepagata “usa e getta”, all’esaurimento del credito può essere eliminata senza la preoccupazione che sia stato sforato il tetto da voi stabilito. Ciò vuol dire che se la carta era stata caricata di 100 euro (spesso potete decidere voi l’importo), al termine di questi 100 euro la carta è inutilizzabile. Se, invece, la carta è “ricaricabile”, all’esaurimento dei 100 euro non sarà comunque possibile effettuare nuovi acquisti se il credito non verra ricaricato. In entrambi i casi i limiti spesa sono certi e ben controllabili.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *