obbligazioni1

Le obbligazioni

obbligazioniL’obbligazione: informazioni per gli inesperti

Per chi non è sa cos’è un’obbligazione ma è in cerca di una buona forma di investimento noi forniamo tutte le informazioni utili. Tra le forme di investimento, infatti, le obbligazioni sono quelle più conosciute e scelte di risparmiatori. Ma di cosa si tratta per la precisione?
Definizione

L’obbligazione, che è definita in termine tecnico Bond, è un titolo che, proprio come le azioni, viene regolarmente emesso da società, enti nazionali o sovranazionali o dallo Stato stesso.

Acquistando una obbligazione il cliente, praticamente, presta dei soldi alla società o all’ente in somma pari al valore specificato nel titolo stesso. Di conseguenza l’acquisto attribuisce all’acquirente il diritto di essere rimborsato della somma che ha ceduto in prestito, più il diritto a ricevere degli interessi che sono maturati proprio sulla somma prestata.

I vantaggi
In sostanza, l’obbligazione permette ad una società o ad un ente di ottenere finanziamenti necessari alla propria attività a condizioni migliori che non nei rapporti con banche e istituti di credito. Ma l’aspetto più importante è che i risparmiatori stessi possono guadagnare grazie agli interessi riconosciuti dagli enti così finanziati.

Tipologie di obbligazioni

  • Obbligazione emessa sotto la pari: in questo caso l’obbligazione ha un prezzo più basso rispetto al valore dello stesso titolo; naturalmente il guadagno è legato alla differenza tra il prezzo di emissione e la somma rimborsata alla scadenza del titolo stesso. Sono di questa tipologia i Buoni del Tesoro e i Bot.
  • Obbligazione emessa alla pari: in questo caso il prezzo di emissione del titolo è equivalente al valore del titolo stesso.
  • Obbligazione emessa sopra la pari: in questo caso il prezzo d’acquisto sarà maggiore del valore del titolo
  • Obbligazioni a cedola fissa: è semplice poiché chi la emette riconosce all’acquirente un tasso di interesse fisso alla scadenza del titolo.
  • Obbligazioni indicizzate: l’acquirente ottiene un cedola dall’ammontare variabile poiché legato al tasso di interesse bancario o di latri titoli e su cui viene praticata una maggiorazione (lo spread).
  • Obbligazioni convertibili: possono essere, appunto, convertite in azioni dello stesse ente o delle società che le ha emesse
Ti può interessare anche:  Pagare con Assegno: Come Fare, Consigli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *