Novità Cancellazione dell'Ipoteca: come gestirla

Scritto da Paolo Tritapepe.

b_200_200_16777215_00_images_stories_cancipot.jpgAggiornata il 15-03-2014. Tutte le novità su cancellazione ipoteca

Quali sono i meccanismi di cancellazione ipoteca? La sua risoluzione è possibile, ma variano le modalità a seconda del tipo di ipoteca. Abbiamo affrontato e descritto le modalità per la cancellazione dell'ipoteca che costituisce la principale garanzia richiesta dalle Banche nella concessione dei mutui per la casa

Cancellazione Ipotenza alla scadena del Mutuo

La risoluzione o cancellazione del mutuo avviene al termine del pagamento del mutuo: a questo punto la banca deve rilasciare al cliente un attestato che certifica l’estinzione del prestito e inoltrare tali informazioni anche agli uffici territoriali predisposti alla trattazione del rapporto ipotecario.Si tratta di una modalità standardizzata, Banca per Banca, mutuo per mutuo perchè previste in seno alla legislazione di riferimento. Queste operazioni sono state rese obbligatorie dalla recente Legge Bersani in materia, per cui il cliente non ha che da verificare solo la loro esecuzione da parte della banca.


Cancellazione: i tempi secondo la legge
Dal termine del mutuo la banca ha 30 giorni per effettuare le comunicazione obbligatorie al cliente e agli uffici territoriali. Tale termine di tempo deve essere rispettato anche per la comunicazione di eventual motivazioni che possono impedire la cancellazione dell’ipoteca.
Come tutte le disposizioni della nuova legge, anche i nuovi temini di tempo devono essere rispettati anche per i mutui estinti prima dell’entrata in vigore della stessa normativa: in questo caso può esserci la cancellazione “ a richiesta” tramite l’invio di una raccomandata alla banca utile a richiedere la comunicazione di avvenuta estinzione del mutuo.

Presupposti per la cancellazione
La condizioni che permettono una cancellazione dell’ipotrca sono specificate nell’articolo 2878 del Codice Civile e sono: estinzione del debito a cui l’ipoteca è collegata; rinuncia all’ipoteca da parte del soggetto creditore (banca o istituto finanziario); termine naturale del mutuo; decorso dei 20 anni naturali di durata massima dell’ipoteca; distruzione del bene ipotecato; provvedimento di esproprio del bene ipotecato da parte del tribunale.

Differenze tra cancellazione ed estinzione

L’estinzione dell’ipoteca è una soluzione che porta all’annullamento della stessa che non può più far valere i propri effetti: l’estinzione avviene, ad esempio, dietro rimborso totale del debito.
La cancellazione dell’ipoteca, invece, è la soluzione che  determina l’eliminazione definitiva di tutte le formalità e le registrazioni burocratiche. La cancellazione avviene in maniera differente a seconda del tipo di ipoteca.

Estinzione dell'ipoteca per mezzo del suo "trasferimento"

Avete mai sentito parlare del trasferimento dell'ipoteca? Non si tratta di vera e propria estinzione di ipoteca, ma il risultato sarebbe ccomunque quello di eliminare tale manna dalla "testa" della propria abitazione quando diviene possibile trasferire la garanzia su di un altro immobile. Tecnicamente e previsto, seppur di difficile e rara attuazione: se si possiede un altro immobile il cui valore sia superiore alla porzione restante di mutuo ancora da restituire, allo si potrebbe accordarci con la Banca per "migrare" l'ipoteca su di essao, Occore, ovviamente, il benestare della Banca.

Tipi di ipoteca e cancellazione

E’ d’obbligo fare distinzione tra  la cancellazione dell’ipoteca volontaria e di quella giudiziaria.

  • poteca Volontaria: la cancellazione può avvenire in due modi. Innanzitutto prendiamo in considerazione la modalità automatica secondo cui, al momento dell’avvenuta estinzione del mutuo, la Banca stessa ne effettua la comunicazione all’agenzia del territorio (entro 30 giorni nel caso di mutui estinti dopo la data del 2 Giugno 2007). Ne deriva l’azzeramento di qualsiasi ulteriore spesa bancaria o tributaria da parte del cliente. La seconda possibilità prende in considerazione il coinvolgimento di un notaio professionista e la cabcellazione tramite atto notarile.
  • Ipoteca Giudiziaria: dato che si tratta di una ipoteca definita in base ad una disposizione del giudice,  la sua cancellazione deve necessariamente avvenire attraverso una procedura attuata presso il tribunale: qui deve essere disposto un ordine di cancellazione avanzato direttamente dal giudice.

Ritardi nella cancellazione

E’ utile sapere che la cancellazione completa “anche degli aspetti formali e burocratici” dell’ipoteca ha, purtroppo, bisogno di tempo per realizzarsi a pieno. I ritardi, rispetto alla reale ed effettiva estinzione dell’ipoteca possono essere di mesi e, in alcuni casi, anche di anni. Per tenere sotto controllo la situazione è importante consultare il Registro delle Comunicazioni  gestito dall’Agenzia delle Entrate.



Più letti

Validità assegno circolare: scadenza e conseguenze...

Un assegno circolare ha validità precisa che ogni cliente o utente di Banca ha l’obbligo di rispettare per non incappare in problemi legati al cambio dello stesso titolo di pagamento. Concentriamoc [ ... ]

Orari Banche: le aperture, Banca per Banca

Le informazioni relative agli orari di apertura e chiusura degli sportelli della tua Banca. Le informazioni Banca per Banca con i  contatti utili a conoscere gli orari delle Banche.

Apertura e Chi [ ... ]

CRO Bancario: come ottenerlo, per cosa utilizzarlo

Il codice di riferimento operazione (CRO) è un codice singolo di undici cifre. A cosa serve? E come possiamo ottenerlo?

Il CRO Bancario è un codice composto da undici cifre (codice riferimento op [ ... ]

Ricaricare una PostePay con una carta di credito: ...

Una PostePay è una comoda carta che è possibile ricaricare in diversi modi, compreso quello che prevede l'uso della carta di credito. Per sapere come ricaricare una PostePay, anche con carta di cred [ ... ]

Mav bancario: cos’è e come si effettua

Il Mav bancario è uno degli strumenti bancari più utilizzati, vediamo come si effettua e cosa comporta il suo utilizzo.

Mav: cos’è e cosa permette di fare
trong> Il Mav, conosciuto anche come pagame [ ... ]