carta di debito

Meglio la Carta o il Bancomat?

Meglio la Carta o il Bancomat?Chi possiede un conto corrente a seconda della sua tipologia, può avere a disposizione sia una carta bancomat che una carta di credito. Esse hanno caratteristiche differenti e si rivelano vantaggiose in riferimento ad operazioni differenti. Cerchiamo di capire qual è meglio utilizzare, e quando, tra la Carta e il Bancomat.

Per valutare se sia meglio richiedere, e quindi pagare, una carta o il Bancomat al momento dell’apertura di un nuovo conto corrente bisogna concentrarsi su diversi aspetti di non poca rilevanza rappresentati dal costo dalla possibilità di prelievo contati dai pagamenti e dalla sicurezza che esse assicurano sia in Italia che all’Estero.
Ma andiamo con ordine.

Costi delle Carte
Scegliere tra Carta o Bancomat inevitabilmente implica valutarne gli eventuali costi. A meno che non si possieda una carta ricaricabile, che può anche sostituire il conto corrente, bisogna sapere che oggigiorno un conto corrente classico riconosce e consegna quasi sempre una carta bancomat al cliente in forma gratuita. Sono, altresì, le carte di credito che possono essere richieste a pagamento, a meno che il cliente non abbia acceso un conto corrente di “alta fascia” che includa molti servizi finanziari quindi anche costi intrinseci più elevati della media.

Sicurezza
Sebbene le Banche siano costantemente impegnate ad accrescere la sicurezza nei pagamenti sia per mezzo di Carta di Credito che di Carta Bancomat, vi sono dei particolari che vanno tenuti a conto.Tra le due soluzioni, la carta Bancomat è l’unica provvista di un codice PIN che deve essere digitato sia per il prelievo di contanti da uno sportello ATM, sia in fase di pagamento presso un esercizio commerciale e per mezzo di un POS. Il codice costituisce un elemento di sicurezza: è segreto e blocca sul nascere qualsiasi tentativo di furto di denaro in caso di smarrimento. La carta di credito non ha PIN e può essere utilizzata semplicemente “strisciandola” all’interno del POS. In caso di smarrimento o furto, acquisti e pagamenti possono essere eseguiti dal ladro finché non siamo noi, per mezzo della Banca, a bloccarne l’uso fraudolento.

Ti può interessare anche:  Bloccare la carta di credito: come fare

Pagamenti e Addebiti
La carta Bancomat è anche chiamata Carta di Debito, il che permette di comprendere la principale caratteristica che la differenzia da una carta di Credito. Con il bancomat non è possibile fare acquisti e prelievi oltre quanto detenuto nel proprio conto corrente, differentemente dalla seconda che “eroga” ugualmente denaro: la differenza è nel fatto che il credito così ottenuto deve poi essere restituito, e con gli interessi. Tra Carta Bancomat e Carta di Credito, quindi, la seconda addirittura presta denaro al correntista praticando, però, interessi sull’ammontare. Un rischio reale, comunque, solo per ci ha un saldo sul proprio conto di poche migliaia o centinaia di euro a fronte di abitudini di spesa da benestanti.

Valuta e Controllo del Saldo
Una particolarità della Carta Bancomat è quella di avere un addebito sul conto corrente quasi immediatamente dopo il pagamento o il prelievo: ossia, la data di valuta quasi sempre coincide per cui il correntista può facilmente avere sotto controllo il saldo contabile.Con la carta di credito, invece, la valuta porta data sicuramente post datata che si avvicina alla fine do ogni mese, se non alla metà del mese successivo. Con evidenti problemi di saldo e gestione del proprio credito.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *