Carta prepagata Intesa SuperFlash: Come funziona, come richiederla e opinioni. Conviene o non conviene?

Una delle ultime novità nel settore delle carte pre-pagate è quella relativa a carte con IBAN ossia carte che, pur non essendo connesse ad alcun conto corrente, prevedono la possibilità di effettuare una serie di operazioni tipiche di un conto corrente. Ad esempio, chi è titolare di questo tipo di carta potrà richiedere di addebitare lo stipendio, potrà provvedere ai pagamenti delle bollette tramite domiciliazione e fare o ricevere bonifici nazionali e internazionali.

La carta prepagata Intesa SuperFlash

Una di queste particolari carte prepagate è la SuperFlash di Intesa Sanpaolo. Questa carta è molto pratica e versatile, in quanto permette di effettuare un gran numero di operazioni. I titolari di una SuperFlash, infatti, potranno fare richiesta per l’accredito dello stipendio, effettuare e ricevere bonifici, effettuare acquisti online in tutti gli store che prevedono il circuito Master Card, domiciliare le utenze, ricaricare altre carte e telefoni. La carta è inoltre dotata di un particolare chip con tecnologia contactless che permette di effettuare pagamenti in negozio semplicemente mettendo a contatto la carta con il POS e senza introdurre la card nel dispositivo o digitare il PIN. Questo tipo di pagamento, tuttavia, è previsto solo per importi non superiori ai 25 euro. Inoltre, può essere utilizzata per il prelievo di contanti.

Una caratteristica della carta prepagata SuperFlash di Intesa Sanpaolo è che essa è dotata di una serie di dispositivi di sicurezza, che permettono di tenere sempre sotto controllo tutti i diversi acquisti effettuati con al carta. In particolare, può essere attivato gratuitamente un servizio di notifiche sul proprio numero di telefono in modo tale che, per ogni acquisto effettuato con la carta, si riceverà un SMS con l’importo preciso.

Questa carta può essere richiesta in ogni momento, anche se non si è cliente della banca. Chi è cliente, tuttavia, avrà la possibilità di fare la richiesta online, evitando il fastidio di doversi recare in filiale. Basterà compilare i campi del form presente nella propria area personale relativa al sito della banca. La card verrà inviata direttamente a casa e, nel momento in cui viene spedita, sarà inviato un SMS per avvisare dell’avvenuta spedizione. Viceversa, chi non è cliente dovrà per forza fare l’attivazione presso uno sportello.

A seconda dell’età del titolare della carta essa presenta un canone annuo diverso. Tra i 18 e i 26 anni, infatti, la carta è totalmente gratuita e non si deve pagare alcun tipo di quota, né per l’attivazione né per il canone annuale. Per quanti, invece, hanno più di 26 anni è previsto un canone di 9.90 euro all’anno.

Ricarica, verifica del saldo e costi associati alla carta prepagata SuperFlash di Intesa

La carta SuperFlash può essere facilmente ricaricata tramite diversi canali e modalità. Ci si può ad esempio recare allo sportello ATM di qualsiasi banca del gruppo Intesa Sanpaolo, utilizzando i contanti o altre carte del circuito oppure recarsi proprio allo sportello, dove si potrà effettuare la ricarica utilizzando contanti o un addebito sul conto corrente.
Ancora, per quanti preferiscono effettuare una ricarica in un negozio fisico, è possibile scegliere le tabaccherie autorizzate, facilmente riconoscibili perché espongono all’ingresso l’avviso del tipo di ricariche che possono effettuare.

Ti può interessare anche:  Le Nuove Carte di Credito dalle Banche

Chi non ama recarsi personalmente a fare le ricariche può scegliere i canali telematici, ossia ricaricare online oppure tramite la app La Tua Banca. Per poter effettuare con la ricarica online è necessario autorizzare la procedura inserendo il codice PIN.

Se dopo aver effettuato la ricarica si vuole effettuare un controllo del saldo della propria carta Intesa SuperFlash, si avranno diverse possibilità per effettuare tale controllo. Si potrà infatti semplicemente aprire la propria pagina personale sul sito della banca e, dopo aver inserito le credenziali per l’accesso, controllare l’aggiornamento del saldo. Chi vuole avere sempre la situazione delle proprie finanze sotto controllo potrà scaricare la app La Tua Banca e controllare, in ogni momento, il saldo della propria carta.

Costi Intesa SuperFlash

Come già anticipato, l’attivazione della card prevede un canone annuo per quanti hanno un’età compresa tra i 18 e i 26 anni mentre ha un costo di 9.90 euro per quanti hanno età superiore ai 26 anni. Vanno inoltre sottolineate le seguenti spese per l’utilizzo della card:

prelievo di contanti
Nessun costo se il prelievo avviene presso sportelli del Gruppo Intesa Sanpaolo;
spesa di 2 euro presso sportelli di altri gruppi bancari.

ricarica
Si prevede un costo minimo di un euro se viene effettuata con versamento in contanti, tramite carte del gruppo Intesa Sanpaolo, online o tramite app;
costo di due euro se viene effettuato presso uno sportello automatico con carte di altri gruppi bancari;
costo di 2.50 euro se la ricarica viene effettuata con addebito in conto corrente.

bonifici
Effettuare un bonifico costa 50 centesimi se il bonifico si effettua da uno sportello automatico;
il costo sale invece a 2.50 euro se si effettua allo sportello in filiale presso una banca del Gruppo;
il costo è i 3.50 euro se si effettua allo sportello presso altre banche.
(questi costi si riferiscono a bonifici nazionali)

Carta prepagata SuperFlash: conviene o non conviene?

Questa card prepagata Intesa SuperFlash presenta un gran numero di punti a favore, ma non bisogna pensare che non abbia anche dei nei. Tuttavia, considerando che si tratta di una prepagata, presenta sicuramente un’elevata versatilità che le permette di giustificare anche qualche punto negativo. Uno di questi, ad esempio, è il limite del plafond, pari a 10 mila euro. Si tratta di un valore accettabilissimo, ma che soffre della concorrenza di altre carte simili che, invece, presentano valori di plafond più elevati.

Anche per quanto riguarda il prelievo giornaliero questa card non presenta un valore molto elevato, essendo il limite massimo di prelievo pari a 500 euro.

Buono invece il limite massimo di ricarica, pari a 3 mila euro sia che si effettui la ricarica in contanti che presso un ATM di una banca del Gruppo Intesa. Viceversa, se l’ATM è di un’altra banca, il limite massimo di ricarica è pari a 500 euro.

Si può facilmente comprendere che Intesa SuperFlash è particolarmente conveniente per i giovanissimi, ossia per quanti hanno un’età compresa tra i 18 e i 26 anni. Per loro, infatti, le spese di canone annuo sono nulle e i limiti di prelievo più che sufficienti. Per quanti, invece, hanno esigenze maggiori di prelievi e operazioni, questa carta potrebbe non essere sufficiente.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *