Carta Prepagata con Iban N26 MasterCard: Caratteristiche, Costi, Recensioni

La carta N26 è un conto corrente digitale legato indissolubilmente ad uno smartphone per ogni cliente. La banca emittente è tedesca ma ha aperto una sua succursale in Italia. Per questo la Banca d’Italia le consente di associare ai conti correnti aperti in Italia un Iban italiano.

Caratteristiche della Carta N26

Ci sono quattro tipi di contratto che si possono sottoscrivere con N26. Quello base, che si chiama N26 Standard prevede le funzionalità di home banking, l’emissione di bonifici, la possibilità di domiciliare pagamenti, il pagamento dei bollettini, il prelievo tramite carta e con il sistema CASH26. Quest’ultimo serve per versare contanti e prelevare tramite una funzione sull’app da mostrare alla cassa dei supermercati convenzionati. Associata al conto c’è una carta virtuale Mastercard che è attivabile subito appena aperto il conto, mentre su richiesta viene inviata la carta trasparente di debito Mastercard che non ha i numerini stampigliati sul retro, con un livello minore di sicurezza e che non può essere utilizzata per i pagamenti on line. Serve per prelevare e pagare ai POS. Con questo livello di conto sono gratuiti tre prelievi al mese mentre i successivi sono al costo di 2 €.

Il livello successivo, N26 Smart prevede un canone mensile pari a 4,90 € per avere una carta di debito World Mastercard con un livello di sicurezza maggiore.

N26 You ad un canone di 9,90 € al mese ti offre una World Mastercard di nuova generazione, una copertura assicurativa Allianz e la possibilità di prelevare gratuitamente in valuta straniera dagli sportelli Mastercard.

N26 Metal ad un canone di 16,90 € al mese prevede una World Elite Mastercard, coperture assicurative più ampie e alcune iniziative commerciali da parte dei partner di N26.

Costi della carta N26

Il conto N26 standard non prevede canone e gli unici costi previsti sono quelli dei prelievi a partire dal quarto nel mese e dell’eventuale spesa di tenuta conto dello 0,5% che viene però applicata a partire da una giacenza di 50.000 €. Occorre considerare il costo per l’invio della carta una tantum pari a 10 €. Per le altre tipologie di conto corrente non sono previste spese a parte quella di tenuta conto con gli stessi limiti sopradescritti.

Ti può interessare anche:  Il commercio elettronico

Recensione, opinioni, recensioni carta N26

N26 è stata la prima banca a proporre una carta e un conto corrente a canone zero totalmente virtuale. Da allora molte l’hanno seguita. Se si ha dimestichezza con i sistemi digitali e con lo smartphone non si avranno problemi ad utilizzare questo conto corrente. Occorre considerare che si tratta di un conto corrente che opera solo su basi attive. Non è possibile richiedere carte di credito alla banca, né prestiti o mutui. Può essere ottimo per un giovane che deve farsi accreditare lo stipendio e ha bisogno di aprire il conto completamente online: rispetto ad altri concorrenti, configurandosi come conto corrente anziché come prepagata, non ha limiti di versamento.

Se si è soliti rivolgersi ad uno sportello o ad una linea telefonica dedicata per risolvere i malfunzionamenti, non è il conto adatto, poiché per poter garantire costi pressoché nulli i costi da tagliare sono tanti e tra questi quello del personale.

Si possono fare bonifici senza spese: questo può essere un punto da considerare, ma non si può avere un libretto di assegni.
Le recensioni che si trovano in rete sono spesso positive, poiché la banca, per catturare nuovi clienti, utilizza il sistema del passaparola con i codici invito da utilizzare. I clienti spesso utilizzano le opinioni da pubblicare per diffondere tali codici. Per chi vuole un livello superiore di conto può essere un sistema per recuperare qualche mese di spese.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *