carta-di-credito

Codice carta di credito

Codice carta di creditoCodice carta di credito: è importante saper usarlo

Ogni carta di credito ha un codice che permette di identificarla e sapere a che tipo di circuito sono collegate. E’ bene conoscere il codice carta di credito e saper individuarlo velocemente nelle occasioni in cui ci viene richiesto.
Dove si trova il codice
Prendete la vostra carta di credito e guardate se sul suo dorso è presente un numero composta da una lunga serie di cifre in rilievo.

Carte Visa
Il numero posto sul dorso della carta può variare a seconda del circuito di appartenenza:
la prima cifra identifica il circuito di appartenenza, ossia Visa, Mastercard, ecc..
Dalla seconda alla sesta cifra, invece, i numero identificano la banca che ha emesso la carta stessa
Dalla settima alla dodicesima cifra, poi, viene inserito il numero della carta vero e proprio.
L’ultima cifra, infine, rappresenta una cifra di puro controllo.

Carte American Express
Vi sono differenze nel modo di strutturare il codice rispetto a Visa.
Le prime due cifre, rappresentate in genere da 34 o 37, indicano il circuito.
La terza e quarta cifra specificano il tipo di valuta a cui la carta e collegata.
Dalla quinta alla quattordicesima viene, invece, specificato il numero di carta vero e proprio.
L’ultima cifra, la quindicesima, è anche qui un numero di controllo.

Carte Mastercard
Altre differenze per la carte Mastercard.
La seconda e la terza o, in alcuni casi anche fino alla quinta cifra,  viene identificata la banca emettitrice della carta.
Dalla quarta o sesta, a seconda dei casi, viene indicato il numero di carta vero e proprio, mentre l’ultima cifra rappresenta anche qui una cifra di controllo legata alla nostra carta.

Ti può interessare anche:  Truffa carte di credito

Codici di sicurezza CVV e CVC
Si tratta di codici supplementari legati alla sicurezza della carta.
Sono contenuti nella banda magnetica e proteggono il nostro pagamento soprattutto nelle transazioni legato a compravendite online.
Grazie a questi codici, infatti, l’istituto bancario che ha emesso la carta ha la possibilità di verificare l’identità del proprietario della carta che ha emesso il pagamento e di tenere sotto controllo la situazione per prevenire possibili frodi o prelievi illeciti di denaro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *