costiconto

Costi del Conto Corrente

Costi conto corrente: conoscerli per evitarli

Quali sono i costi legati ad un conto corrente? Commissioni, canoni, costi di chiusura, ma ulteriori voci sono divenute preponderanti oggi da quando, nelle offerte delle Banche, proprio le voci originariamente centrali oggi sono in genere annullate e portate a zero. In sostanza, sosteniamo che bisogna  essere preparati sui costi conto corrente e che è altresì important valutarli bene prima di scegliere il conto giusto. Noi ve ne parliamo e vi aiutiamo ad orientarvi tra le varie voci di costo dee conto corrente.

In qualsiasi banca pensiamo di recarci per l’apertura di un conto corrente è bene essere preparati su quelli che sono i costi conto corrente: ci riferiamo proprio a tutte le voci di spesa che un conto include nella propria apertura, gestione e chiusura. Conoscerle significa potersi orientare meglio tra i prospetti informativi proposti dalle stesse banche e effettuare una comparazione “consapevole” tra le diverse tipologie di conti correnti presenti sul mercato.

Iniziamo subito con le voci di costo di un conto corrente divenute preponderanti attualmente e che consigliamo di tenere sempre sotto controllo:

Spese Banca Online
Possono essere previste anche costi sul conto corrente Online, sebbene la maggioranza delle offerte spinge i cliente verso il web con soluzioni a zero spese.

Costi allo sportello per il Conto Corrente

Con l’affermazione dei servizi online le Banche hanno posto l’accento sui costi delle operazioni da svolgere in filiale con l’assistenza di un operatore. Per essere ben informati, la cosa migliore è andare a spulciarsi bene le informazioni contenute nel prospetto illustrativo del conto corrente.

Prelievi di Denaro Contante
Quando ci si reca ad uno sportello bancomat a prelevare contante potremmo avere dei costi: se la Banca non ci addebita costi usufrendo dei suoi sportelli, lo stesso potrebbe non accadere se accediamo allo sportello di diversa banca. In tal caso i soti associati possono essere anche salati, nell’ordine di 2/2,50 euro per singolo prelievo. Informazioni contenute sempre nel prospetto generale del conto.

Domiciliazioni 
La Banca potrebbe applicare una commissione anche ad eventuale domiciliazione per il pagamento di bollette.

Canone periodico
Tra i costi del conto corrente è la voce che va ad includere una serie di operazioni il cui numero e tipologia può variare a seconda della banca: il suo pagamento può essere mensile, trimestrale o anche non presente.

Ti può interessare anche:  Tassazione Conti Correnti

Commissioni: uno dei principali costi del Conto Corrente

Sono legate alle operazioni che il cliente può svolgere grazie al proprio conto corrente: bonifici, pagamenti tramite pos e carta bancomat, domiciliazioni utenze, ecc… Ogni banca può prevedere commissioni differenti in base ai servizi.

Costi annuali
Rari ma comunque presenti, sono costi per conti correnti che alcune banche decidono di aggiungere alle spese classiche. Potete scoprirli grazie agli opuscoli informativi che gli stessi istituti rilasciano ai clienti.

Costi Annuali cartadi Credito e bancomat
L’uso della carta bancomat che la banca vi concede all’apertura del conto ha un suo costo, ma non tutti gli istituti, ormai, lo prevedono. In prelievo, potrebbero esserci costi solo con sportelli di diversa banca (come già accennato. Ma un’altra voce di spesa può essere il bollo annuo, sia sul bancomat che sulla carta di credito.

Costi invio comunicazioni 
Le banche hanno la buona abitudine di informare i propri clienti sullo stato dei propri risparmi attraveso l’invio presso il loro domicilio di rapporti e estratti conto; ma questo servizio ha un prezzo che deve essere incluso nella voce costi conto corrente. Tenetelo d’occhio.

Costi di estinzione definitiva del rapporto
Volete chiudere il conto corrente presso la vostra banca? E’ probabile che questa operazione preveda un costo che generalmente vi viene addebitato, quindi informatevi.

Massimo scoperto trimestrale
Se, purtroppo, il vostro conto è in rosso, la banca puà prevedere un costo che può aggirarsi intorno al’’1,2%: il pagamento avviene sempre nel trimestre successivo a quello in cui si è verificato lo scoperto.

Imposta di bollo
Si tratta, in parole semplici, di una tassa che il cliente  è chiamato a pagare per il solo possesso del conto corrente. Ora alcune banche iniziano ad accollarsene il pagamento, quindi informatevi anche su questo.

Risparmiare sui costi del conto
E’ possibile risparmiare sui costi conto corrente? Una soluzione è rappresentata dai conti zero costi che quasi tutti gli istituti di credito, ormai, offrono. Il loro segreto è che permettono di eguire lo stato dei propri risparmi grazie ad internete al sito stesso della banca. Il cliente è dotato di un codice di accesso e può effettuare pagamenti e bonifici direttamente online. I serivizi essenziali sono garantiti e i costi sono praticamente nulli nella maggioranza dei casi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *