Auto a noleggio lungo termine: che cos’è, come funziona e conviene veramente?

Al giorno d’oggi, l’acquisto di un’automobile rappresenta una scelta importante sia per un privato che per un’azienda. Infatti nel corso del tempo i fattori che ne condizionavano la scelta hanno subito dei sostanziali mutamenti, si pensi che un tempo la scelta era circoscritta alla casa produttrice o al modello, negli anni ci si è andati orientando più sul livello di sicurezza e sui consumi per poi finire la valutazione volgendo lo sguardo anche ai livelli di inquinamento.

Negli ultimi cinque anni però, a seguito delle crisi economico-finanziarie globali, in un clima di instabilità politice ed economica (fattore comune a quasi tutti i paesi, Italia compresa) la scelta dell’automobile ha subito una forte virata in una nuova rotta: il noleggio a lungo termine.

Il noleggio a lungo termine

Una vera e propria rivoluzione che stravolge il concetto di “proprietà”. Ci si scrolla da dosso, quel fattore emotivo che ci lega “indissolubilmente” (a volte anche maniacalmente) ad un semplice mezzo di locomozione, che in modo inevitabile ci costringe a non separarcene più (soprattutto in barba alla convenienza economica nel passaggio ad un nuovo modello). Il noleggio a lungo termine ha la stessa ratio di un appartamento in affitto: pago una cifra mensile, ma non sono il proprietario (con tutti i pro ed i contro). Ma andiamo ad analizzare il fenomeno, tracciandone anche dei margini di convenienza (e viceversa).

Come funziona il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine è un contratto di abbonamento che consente di usufruire di un veicolo senza esserne (e diventarne) il proprietario. Si articola in rate a cadenza mensile le quali comprendono i costi fissi connessi all’utilizzo della macchina. Per costi fissi si intende quelle che sono le spese “obbligatorie” per mettersi alla guida di un’automobile. In primis, la regina delle spese per l’auto, la polizza. Questa infatti è a carico della concessionaria (o società di noleggio) che concede in noleggio l’auto (sovente inopzione “full”, cioè comprensiva di furto e incendio) assieme alla tassa di proprietà ( a dimostrazione della “non proprietà” del veicolo a carico del beneficiario).

Quali sono gli altri vantaggi del noleggio?

Non solo la polizza ed il bollo quindi sono comprese nella rata mensile, a seconda del concessionario o società a cui si rivolge, è possibile usufruire di tutto ciò che concerne la manutenzione dell’auto. Il tagliando e la sostituzione delle parti e liquidi usuranti (ogni 20000 km) ed inalcuni casi addirittura la sostituzione dei pneumatici, sono comprese nel prezzo. Vi sono alcune società che addirittura, a seguito di valutazione di personale specializzato, si fanno carico delle spese di eventuali danni non direttamente imputabili all’utilizzo dell’automobilista. Facendo due calcoli, in sostanza le uniche spese che l’automobilista dovrà sostenere (eccezion fatta della rata mensile) sono quelle relative al carburante e dunque legate all’utilizzo dell’auto.

E’ infatti, la frequenza di utilizzo dell’automobile (ed il relativo quantitativo di km che si “macinano”) è uno dei fattori principali che orienta la scelta del consumatore verso la “non proprietà dell’auto” infati, con un utilizzo maggiore del mezzo, aumenta in misura proporzionale tutto ciò concerne i consumi, di carburanti e di parti usuranti, ed in generale di “valore”. Proprio quest’ultimo, il valore, è il fattore che spaventa chiunque sia in procinto di acquitare un’auto, soprattutto se si considera che, appena effettuato l’acquisto di un’auto questa perde già il 20% del valore all’atto dell’acquisto (oltre ad una variabile percentuale annua a seconda dell’utilizzo e della cura nella tenuta).

Ti può interessare anche:  Mini ASpI indennità di disoccupazione: durata e importo

Il noleggio a lungo termine abbatte questo rischio, per il semplice fatto che l’auto non sarà di proprietà del beneficiario, il quale stipula un contratto minimo di 2 anni di “affitto” alla cui scadenza può esere rinegoziato sia per lo stesso veicolo, sia estinto con la novazione di un nuovo contratto con un nuovo veicolo.

Un’altra comodità e vantaggio del noleggio a lungo termine?

Non c’è nessun investimento iniziale alla pari dell’anticipo in caso di acquisto (o come anche nel caso del leasing) e, per lo stesso criterio, non è prevista nessuna “maxi rata finale” in quanto, come ampiamente ribadito, il contratto riguarda un vero e proprio “affitto” che prevede la restituzione del mezzo al raggiungimento della scadenza. L’interrogativo finale nasce spontaneo: conviene il noleggio a lungo termine? La risposta può essere una sola: DIPENDE.

Dipende dal tipo di automobilista, cioè in base ai consumi ed ai km che mediamente si percorrono annualmente, dipende anche dal “tipo di rapporto” che si intaura con l’auto in quanto molti amano sentirsene “padroni” e quindi intendono di volerne disporre a piacimento ed è ben chiaro che mai potrebbero sopportare un’auto “in affitto” (per quanto conveniente).
Sono dunque molteplici i fattori che possono far propendere o meno un privato (le aziende invece hanno già le idee ben chiare!) verso la volontà di essere o no proprietari di un veicolo, non tralasciando anche il fattore della disponibilità economica.

Infatti se consideriamo una nucleo familiare che intende vendere la vecchia auto cedendola in permuta in favore di un’acquisto con formula leasing (antenato del noleggio a lungo termine) riceverà forti sconti sulla rata iniziale, pagherà le rate mensili e poi potrà decidere se tenere l’auto o meno.

Se invece osserviamo il caso di un professionista, che non intende caricarsi delle spese di proprietà e “mantenimento” dell’auto (considerando un elevato numero di km di percorrenza annui) e che è orientato ad un cambio di veicolo ogni 3/4 anni, la scelta del noleggio a lungo termine è quella più proficua, economica e senza “preoccupazioni”. Anche dal punto di vista fiscale, il noleggio a lungo termine offre dei vantaggi da non sottovalutare assolutamente. Anche se nel corso degli anni, le riforme e le varie leggi di stabilità che si sono susseguite hanno effettuato dei ridimensionamenti di percentuali, è prevista una soglia fiscale per la deducibilità di poco superiore ai 3500 euro anni oltre all’aliquota fiscale del 20 per cento.

Il noleggio a lungo termine è quindi uno strumento finanziario a tutti gli effetti che consente di alleggerire il privato delle spese burocratiche e di manutenzione di un autoveicolo comprimendo tutti i costi in una rata mensile, senza vincolare il beneficiario ad un eventuale acquisto a fine contratto (e senza sorprese di maxi rate finali!).

A conferma del successo di questa metodologia alternativa all’acquisto, basta considerare i dati degli ultimi 5 anni, sull’aumento di noleggi stipulati, non solo da parte di aziende e Piccole e Medie Imprese, ma soprattutto con l’apertura di una fetta di mercato, ai privati ed alle loro esigenze quitidiane.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *