obbligazioni sicure

Obbligazioni Sicure: i Btp meno Rischiosi

Btp meno RischiosiCi sono alcuni buoni del tesoro esteri che possiamo consigliare abbastanza tranquillamente poiché assicurano una cera stabilità per l’investimento di chi potesse e volesse sceglierli. Vediamo insieme quali sono e cerchiamo di comprendere le differenze rispetto alle nostre Obbligazioni non sicure.

Investire in Obbligazioni: cosa Valutare

Alla luce dell’attuale situazione di crisi e dei continui venti di recessione che soffiano in quasi tutto l’occidente, pensiamo sia doveroso soffermarsi per valutare la qualità degli investimenti in Obbligazioni. Perché biogna capire se sono ancora sicure.
Noi pensiamo sia fondamentale non perdere di vista cosa comporta cercare di investire in obbligazioni sicure. Ogni acquirente di Btp, infatti, diviene creditore di uno Stato, sia esso quello Italiano o di altri Paesi se ci si orienta verso obbligazioni estere.
E’ molto importante, quindi, valutare bene le caratteristiche del Paese di riferimento, ossia la sua situazione economica, la sua crescita e lacapacità di far fronte al debito.

 

Esempi lampanti
La crisi più vicina, di cui stiamo ancora vivendo conseguenze e strascichi, ci dimostra che è possibile ottenere guadagni consistenti (grazie ad interessi elevati) solo da Paesi in cui la situazione delle finanze pubbliche non assicura grande stabilità. Un esempio sono stati i Btp Italiani nel periodo in cui lo spread era giunto alle stelle: chi li sottoscriveva è stato attirato da tassi di interesse intorno al 6-7%. Ma, d’altro canto, lo stesso investitore si stava impegnando a sostenere un Paese da cui giungevano evidenti scricchiolii della stabilità delle finanze pubbliche: in sostanza l’Italia sembrava poter anche divenire un altro Paese incapace, più avanti, di rimborsare le stesse obbligazioni.

Ti può interessare anche:  Rapporto Italia 2017: Eurispes rileva povertà e malcontento tra gli italiani

 

Quali sono le Obbligazioni Sicure
La nostra idea è quella che i Btp che ci espongono meno a rischi sono quelli di Paesi molto più solidi economicamente e finanziariamente. Facciamo l’esempio di Finlandia a Danimarca che presentano conti pubblici in ordine e anche un tasso di crescita praticamente inarrestato, seppur rllentato negli ultimi tempi. Senza parlare del debito pubblico che, per entrambi i Paesi, sono davvero tra i più bassi del Mondo.

 

Finlandia: le su obbligazioni sono sicure, anche se i guadagni non saranno certamente elevatissimi. Il Paese, nei prossimi anni, avrà quasi totalmente azzerato il suo debito pubblico e questo si somma ad un’economia che sta vedendo l’import-export in continua crescita.

 

Danimarca: il suo deficit pubblico è di appena il 2,5% e le sue obbligazioni, decisamente sicure, continuano a difendere ottimamente la tripla A, proprio come i Btp finlandesi. Il Paese continua ad esèportare bene in Europa mentre, quale unico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *