tassazione redditi

Imposte sui Redditi: novità a partire dal nuovo Anno

Imposte sui RedditiLo scorso Gennaio sono state introdotte novità fondamentali per quanto riguarda le imposte sui redditi derivanti da conti correnti, interessi su obbligazioni e depositi personali. Vediamo insieme cos’è cambiato e quali sono le conseguenze delle nuove disposizioni.

 

Cosa tocca la tassazione
E’ assolutamente importante sapere cos’è interessato dalle nuove imposte sui redditi previste dalla legge entrata in vigore a Gennaio 2012.  Specifichiamo quindi che si tratta di:
• Interessi su depositi e conti correnti
• Guadagni legati alla gestione di portafoglio Titoli
• Guadagni derivanti da partecipazioni
• Interessi maturati su titoli e obbligazioni
Su tutte queste voci, la legge prevede una tassazione con aliquota fissa del 20%. Di conseguenza, sono state eliminate le aliquote precedenti del 27% o del 12,50% e ciò fa segnalare un interessante vantaggio a favore dei titolari di conti di deposito che l’hanno vista ridursi dal 27 al 20%.

 

Come viene Applicata
Naturalmente questa nuova tassazione ha tempi specifici per la sua attuazione.
Le nuove imposte sui redditi, infatti, saranno applicate sugli interessi, sui dividendi, sui risultati delle gestioni di portafoglio che matureranno a partire dal Gennaio 2012.

 

Bollo sui Titoli
Una voce a parte costituirono i depositi di titoli che, al momento, non sono inclusi nelle nuove disposizioni sulle imposte sui Redditi. Infatti, già nel 2011 l’imposta sui depositi di Titoli era stata ritoccata al rialzo e una nuova salita è prevista anche per il 2013.

 

Vi sono delle Eccezioni
Segnaliamo, però, come esistono anche delle eccezioni alle modifiche sulle imposte sui redditi. Infatti, vi sono proprio dei redditi che non sono stati affatto interessati e che mantengono la precedente aliquota.
Ci riferiamo ai titoli pubblici, alle obbligazioni Statali, a Titoli di risparmio per “l’economia meridionale” e ai guadagni collegati alle forme di previdenza complementare.

Ti può interessare anche:  Credito Banche: gli strumenti per l'accesso al credito

 

Per la Previdenza Complemetare è prevista la deduzione
Sui conti correnti è praticata una tassazione particolare


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *