tasse risparmi

Tasse Sui Risparmi: il Punto della Situazione

Tasse Sui RisparmiAnalizziamo le novità a livello di tassazione che sono state introdotte dall’inizio del 2012. Cerchiamo di capire insieme quali sono le attuali tasse sui Risparmi con paticolare attenzione ai conto correnti, ai conti deposito, titoli, buoni postali.

Cosa non è cambiato

Occupiamoci immediatamente del lato positivo delle novità introdotte, ossia di quali prodotti non sono stati tassati e di quali mantengono una tassazione invariata, per fortuna. Innanzitutto segnaliamo che non prevedono tasse sui risparmi i buoni postali (fruttiferi) se di valore non superiore a 5 mila euro, i fondi pensione.

Le novità introdotte

Iniziamo, invece, a segnalare le novita a livello di tasse che riguardano soprattutto i prodotti più diffuso tramite i quali i clienti di banche e Istituti gestiscono maggiormente i propri Risparmi.

Il Conto corrente, ad esempio, ha visto delle novità positive a favore di quelli con una giacenza di risparmi bassa: è stato ridotto il bollo (altrimenti di € 34,20) per i conti con meno di 5 mila euro in deposito.

I Conti di deposito, poi, oltre a crescere in numero grazie alle politiche di offerta praticate da molte banche con tassi d’interesse interessanti, vedranno una leggera modifica a partite dal 2013. Il bollo previsto attualmente è dello 0,10% con una quota minima di € 34,20 e una massima di € 1.200,00. Dal 2013 p previsto un ricaro della tassa con un ritocco fino allo 0,15%.

Altre tasse toccano i Risparmi investiti in titoli. Ifondi comuni vedono, proprio del 2012, una parificazione della tassazione rispetto ai conti di deposito: si tratta dello 0,10% con un incremento sino allo 015 per il 2013. Anche in questo caso è prevista una tassazione minima di € 34,20 e una massima di € 1.200,00.

Ti può interessare anche:  Obbligazioni Strutturate: Caratteristiche

Per quanto riguarda le azioni, invece, le nuove tassi sono cresciute dal 12,50 al 20%, naturalmente calcolato sul rendimento.

Un discorso a parte meritano i titoli di Stato Italiani per cui la tassazione è rimsta ferma al 12,50%, insieme ai buoni postali e ai titoli di stato degli altri Paesi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *