fondo-perduto

Finanziamenti a fondo perduto

Il finanziamento a fondo perduto (detto anche prestito d’onore) appartiene alla grande famiglia dei prestiti, ma si presenta con una particolare caratteristica: chi ne usufruisce non deve restituire il capitale erogato né gli interessi calcolati su di esso (da qui l’espressione “fondo perduto”).

Chi eroga i Finanziamenti a fondo perduto

I finanziamenti a fondo perduto possono essere erogati da enti pubblici – Comunità Europea, Regione e Comuni – o da società finanziarie pubbliche. Tale tipologia di prestito è stata ideata per favorire, in un territorio particolarmente svantaggiato, la nascita di nuove imprese aiutando in particolar modo una specifica categoria di soggetti: disoccupati, giovani e donne. Il loro scopo è, quindi, di favorire la crescita economica del Paese. La somma ricevuta sarà utilizzata sia nella fase progettuale che in quella di avvio, mentre i giovani imprenditori saranno agevolati anche nelle spese di consulenza fiscale, spese amministrative, spese per i materiali primaria all’attività e per la locazione degli immobili. Può usufruire dei finanziamenti agevolati anche chi possiede un’attività e desidera potenziarla o realizzare nuovi progetti. In tal caso il finanziamento a fondo perduto sarà impiegato per l’acquisto di beni materiali ed immateriali (naturalmente se sono indispensabili per consolidare l’azienda): macchinari, piani di marketing, certificazione di qualità, eventuali corsi di formazione e consulenze esterne.

Come ottenere un Finanziamento a Fondo Perduto

Per ottenere un finanziamento a fondo perduto è necessario partecipare ad un bando di gara. Diverse sono le tipologie di bandi emessi dagli enti erogatori: bandi con scadenza e bandi sempre aperti; bandi attivi sul territorio di una data regione; bandi attivi solo in determinate aree specifiche (zone disagiate); bandi che agiscono per settore (rivolti quindi ad una determinata tipologia aziendale); bandi che agiscono per tipologie di intervento (finalizzati all’ottenimento di specifici obiettivi).

Ti può interessare anche:  Estinzione Anticipata Finanziamento

La documentazione necessaria per il finanziamento e le modalità dello stesso possono cambiare da caso a caso e sono stabilite nel bando stesso.

Solitamente l’ente erogante offre un finanziamento a fondo perduto pari all’80% dell’importo del progetto presentato dall’imprenditore (la percentuale di contributi a fondo perduto varia a seconda dei singoli bandi e dell’ente erogante).

Ai finanziamenti a fondo perduto possono essere affiancati altre agevolazioni quali finanziamenti a tasso agevolato e incentivi in conto interesse.

Le informazioni sui bandi di finanziamento a fondo perduto sono accessibili sui siti delle regioni e su quelli delle camere di commercio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *