fin-pubblici

Finanziamenti Pubblici

Finanziamenti pubbliciFinanziamenti pubblici

Rappresentano una risorsa da molti ambita oltre che una voce di spesa importante nell’ambito delle finanze statali: vediamo insieme i finanziamenti pubblici.

Finanziamenti pubblici: la guida e le direttive comunitarie

Lo Stato prevede periodicamente che dei finanziamenti pubblici siano stanziati per aiutare imprese e determinate categorie produttive.
In particolar modo, le categorie che generalmente possono godere dei finanziamenti pubblici sono le piccole e medie imprese, gli enti e le imprese che operano nell’ambito della ricerca e dello sviluppo, gli enti e i soggetti privati che operano nell’ambito della tutela dell’ambiente, enti e soggetti che operano nell’ambito dello sviluppo dell’occupazione e della formazione.

Direttive Comunitarie per i finanziamenti pubblici

Per la gestione degli aiuti statali, specifichiamo come la Commissione Europea ha determinata una mappa per ogni Stato membro che aiuta gli stessi a comprendere come indirizzare i finanziamenti pubblici a livello regionale. Così, ne deriva che possono essere previsti finanziamenti a condizioni agevolate per aziende di nuova costituzione, altre agevolazioni per chi vuole intraprendere il lavoro autonomo, aiuti a condizioni vantaggiose per la microimpresa, altre agevolazioni dedicate a chi sceglie la via del franchising e altri ancora dedicate all’imprenditoria femminile.

Altre voci molto importanti, poi, sono quei finanziamenti che intervengono a favore di settore strategici per lo stesso Paese e ci riferiamo ai finanziamenti per le aziende già esistenti nel settore di industria e servizi, gli aiuti statali per imprese che operano nel settore del commercio, nel settore turistico-alberghiero, nel settore dell’artigianato.
Aggiungiamo come, attualmente, i progetti statali che prevedono l’erogazione di finanziamenti pubblici e agevolazioni devono essere posti a conoscenza della Commissione Europea che deve autorizzarli, proprio come stabilito dalle norme europee relative agli aiuti di stato.

Ti può interessare anche:  Finanziamenti alle Associazioni

Il regime del “de minimis” nei finanziamenti pubblici

Esitono, però, alcune forme di finanziamenti pubblici che, per l’entità “minima” e il settore non strategico ai fini della concorrenza internazionale in cui le imprese operano, possono essere erogati senza la dovuta autorizzazione da parte della Commissione Europea: siamo di fronte al regime del “de minimis”. Si tratta di finanziamenti e agevolazioni di piccola entità, il cui importo è considerato irrilevante per generare turbative del mercato e della concorrenza


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *