diritto recesso

Il Recesso di un Finanziamento

Recesso di un FinanziamentoVogliamo aiutarvi a capire come e perché è possibile attuare il recesso del finanziamento che avete acceso per l’acquisto di un bene. La legge è dalla nostra parte, quindi bisogna stare tranquilli e agire con rapidità nei primi giorni dopo la firma del contratto.

 

La Situazione è Favorevole
Specifichiamo immediatamente come la legge è dalla parte dei consumatori cui è offerta la possibilità di attuare il recesso del finanziamento che hanno accesso per l’acquisto di un qualsiasi bene presso un locale commerciale. L’unico aspetto a cui, però, bisogna prestare attenzione, sono i tempi entro cui bisogna muoversi. Infatti, si hanno a disposizione i quattordici giorni dalla stipulazione del contratto per decidere di voler rinunciare al credito al consumo e al finanziamento attivato.

 

La legge che ci difende
Innanzitutto c’è il Decreto legislativo 141/2010, ma di recente si è aggiunto il Decreto del Ministero dell’Economia del 3/2/2011 a dar man forte nella regolarizzazione del settore dei finanziamenti introducendo norme di trasparenza e anche tutela del consumatore. Molto utile la scheda messa a disposizione dall’Aduc.
Come ottenere il Recesso
 Ma vogliamo spiegarvi subito come ottenere il recesso del finanziamento.
Dato per scontato il punto fermo dei quattordici giorni successivi alla firma del contratto come limite massimo, Innanzitutto bisogna sapere che ogni contratto può comunque specificare diverse modalità di recesso. Ad esse bisogna adeguarsi.
Non c’è bisogno di indicare una motivazione particolare, ma bisognerà certamente (seguendo le precise indicazioni fornite) inviare una classica lettera raccomandata alla società Finanziaria interessata.

Credito e Interessi
Ma cosa accade con i soldi che ci sono stati prestati nel frattempo?
Ebbene, sarà nostro dovere, purtroppo, pagare gli interessi maturati sulla somma prestataci e restituire la somma prestata, ma solo se il finanziamento è già effettivamente partito.
Il bene acquistato
Attenzione a questo particolare:  non bisogna dimenticarsi che il recesso del finanziamento interessa il bene che noi avevamo intenzione di acquistare. Che fine farà questo?
Bisogna sapere che, sebbene il finanziamento sia bloccato, non è detto che anche il prodotto sia restituito all’esercente.  Infatti, il recesso del finanziamento non equivale al recesso dell’acquisto del bene per cui è necessario attuare un’altra proceduta con dovuta lettera raccomandata da inviare al punto vendita.

Ti può interessare anche:  Contributi europei a fondo perduto Imprese

 

Cosa occorre per richiedere un prestito
Puoi eseguire l’estinzione anticipata di un finanziamento
Il Taeg per i finanziamenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *