banca-del-mezzogiorno

Banca del Mezzogiorno: tra progetti e realtà

Banca del MezzogiornoBanca del Mezzogiorno: tra progetti e realtà

La Banca del Mezzogiorno è il prodotto delle teorizzazioni di fantasiosi economisti o un Istituto che potrà davvero nascere per offrire risorse in più al nostro Paese? Cerchiamo di schiarirci un po’ di più le idee su cos’è o cosa potrebbe essere la Banca del Mezzogiorno.

Le ispirazioni di Tremonti
L’idea di Banca del Mezzogiorno, quella che attualmente comunemente siamo abituati ad intendere, è stata rilanciata dall’economista, nonché Ministro legato al Governo Berlusconi, Giulio Tremonti che a partire dal 2006 ha iniziato a promuovere il concetto di una nuova banca da “installare” nel meridione d’Italia. L’idea originale di Tremonti si lega alla volontà di riportare concretamente un Istituto Bancario ad insediarsi con capitali e attività nelle zone della Penisola rimaste orfane, per ultimo, del Banco di Napoli e del Banco di Sicilia.

Una risorsa per il Sud
Ma qual è l’obiettivo che Tremonti perseguirebbe idealizzando la nuova Banca del Mezzogiorno?
Sostanzialmente alla base del suo ragionamento c’è la convinzione circa l’importanza della presenza fattiva di una Banca in territori dove l’imprenditoria non ha più un referente. Infatti, è assente una Banca del Mezzogiorno che sia effettivamente legata al territorio e che operi per il suo sviluppo economico, industriale e sociale.

Le convinzioni di Tremonti
Tremonti ha sempre proposto l’idea di questa nuova Banca specificando il fatto che la “lontananza” degli Istituti a cui gli imprenditori del Sud devono rivolgersi incide negativamente sul costo del credito che devono affrontare il quale sarebbe superiore di circa un punto percentuale rispetto al costo sostenuto dai colleghi del centro-nord Italia. Inoltre l’esistenza di una banca costituita anche di “soggetti del sud” conoscerebbe il territorio in cui opererebbe e, grazie ad una consapevole interpretazione ne favorirebbe lo sviluppo.

Ti può interessare anche:  Il Conciliatore bancario

Fasi dei lavori
Giulio Tremonti ha iniziato a promuovere la sua idea di Banca del Mezzogiorno nel 2006, durante il secondo Governo Berlusconi, anche se è stato solo nel 2008 che, grazie alla legge 133, è avvenuta la fondazione ufficiale dell’Istituto. Attualmente, inoltre, lo sviluppo del progetto è stato anche abbracciato dal Presidente del Consiglio il quale lo ha inserito in un più vasto piano di promozione economica dell’intero Sud d’Italia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *