bci

Vigilanza Banca D’Italia

Vigilanza banca d’ItaliaVigilanza banca d’Italia

In fatto di vigilanza Banca d’Italia copre un ruolo centrale nel nostro Paese grazie ad una lunga serie di compiti di controllo conferitigli dal TUB. Scopriamone alcuni.

 

Funzioni di vigilanza

La Banca d’Italia è un istituto molto importante per il nostro paese poiché svolge una serie di funzioni di grande importanza. Ora, però, vogliamo in particolare evidenziare come proprio in fatto di vigilanza Banca d’Italia opera un’attenta analisi delle attività di diversi soggetti che si occupano della gestione dei risparmi e di prodotti finanziari:  società di gestione del risparmio, società d’investimento a capitale variabile, società d’intermediazione mobiliare, Istituti di moneta elettronica, intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’art.
A legittimare l’attività di vigilanza Banca d’Italia vede l’articolo 107 del TUB che spinge l’istituto, attraverso una costante opera di controllo, a lavorare per il mantenimento di una stabilità complessiva e di una piena efficienza e competitività del sistema finanziario.
Naturalmente tutto è decisamente indirizzato verso il massimo rispetto di leggi e norme esistenti riguardo al credito e l’attività finanziaria.

Finalità della vigilanza

Abbiamo visto come in tema di vigilanza Banca d’Italia rivolga la propria opera verso determinate categorie si soggetti.
A questo punto, però, è importante anche comprendere meglio cos’è l’oggetto specifico della sua attività di vigilanza e controllo.
Banca d’Italia, infatti,  è soprattutto concentrata verso la garanzia della piena trasparenza delle condizioni contrattuali relative a tutte le operazioni bancarie poiché esiste la convinzione della fondamentale importanza di un rapporto trasparente tra soggetti finanziari e utenza. In questo senso, quindi, assume un grande valore anche l’attività di produzione normativa che va a disciplinare.
l’attività degli intermediari prevedendo anche un controllo sul loro operato.

Ti può interessare anche:  Sportello Banca

Attuazione dell’attività di vigilanza

Per l’attuazione delle proprie funzioni di vigilanza Banca d’Italia, da un punto di vista meramente operativo, effettua diversi esami su documentazioni, dati statistici, dati contabili.
Banca d’Italia riceve tale documentazione poiché  i soggetti vigilati hanno l’obbligo di inviarli per garantirne l’ispezione.
Inoltre, sempre per l’attuazione delle funzioni di vigilanza Banca d’Italia ha a disposizione gli Albi e gli Elenchi degli Intermediari di cui garantisce la gestione.
Inoltre, dal 1° Gennaio del 2008 Banca d’Italia ha visto confluire verso di se anche le funzioni che erano state fino a quel momento dell’Ufficio Italiano Cambi, per cui ora si occupa anche di gestire gli albi e gli elenchi relativi ad Intermediari finanziari, agli Agenti in attività finanziaria, ai Mediatori creditizi, agli Operatori professionali in oro. La sua attività si rivolge al controllo delle attività svolte.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *