operazioni bancarie

Le operazioni bancarie: classificazioni e scopi

Le operazioni bancarieLe Operazioni Bancarie sono il motore finanziario di ogni banca e possono raggrupparsi in diverse categorie. La loro importanza consiste nell’essere la base di tutte le attività bancarie, sia quelle effettuate direttamente dalla banca, sia quelle effettuate dai clienti.
Le operazioni bancarie sono la base delle azioni di intermediazione del credito che ogni banca offre. Attraverso di esse, vengono regolati i rapporti tra banche e clienti che operano, con una particolare attenzione alla circolazione di denaro e alle varie transazioni.

Classificazione delle Operazioni Bancarie

La suddivisione tipica prevede due diversi tipi di operazioni bancarie:
• Operazioni attive, sono quelle operazioni in cui la banca, il cui cliente richiede finanziamenti o accesso al credito, deve verificare l’attendibilità e concedere, eventualmente, un finanziamento bancario. Un esempio può essere il mutuo.
• Operazioni passive, sono quelle operazioni in cui è il cliente ad agire inserendo dei fondi all’interno della banca. Un esempio è il deposito di denaro in un conto corrente o operazioni di deposito fruttifero.

Operazioni di Intermediazione

Le operazioni bancarie principali sono quelle in cui la banca si interpone tra i risparmiatori e chi necessita di finanziamenti: in questo caso, la banca raccoglie fondi dai primi per concedere ai secondi. È un’intermediazione creditizia, che si avvale anche delle operazioni attive e passive sopra elencate.
Tutti i servizi che le banche offrono fanno parte di queste operazioni, inserendosi in una o nell’altra categoria, a seconda del tipo.
Ogni banca ne fa uso: Unicredit, BCC, Banca Intesa, ecc…: non ci sono differenze, in quanto si tratta di procedure stabilite e riconosciute dal codice di trasparenza delle banche.
Va ricordato che tutte le operazioni bancarie sono da considerarsi a breve termine, ovvero con una durata a scadenza, decisa in accordo con la banca.
Ogni operazione è legata alle spese accessorie previste dalle varie banche: in questo caso, non si tratta di uno standard generale, ma di direttive che coinvolgono ogni singolo Istituto e che variano in base a quello scelto.

Ti può interessare anche:  Banca Europea degli Investimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *