euribor

Calcolo Euribor: cosa lo determina

Calcolo EuriborIl Tasso Euribor è fondamentale per la determinazione dei tassi di interesse di un mutuo. Ma in base a cosa viene calcolato? Vediamo quali parametri incidono sul calcolo dell’Euribor per capire cosa fa aumentare o diminuire le nostre rate mensili.

Sebbene abbiamo già spiegato cos’è il tasso Euribor, abbiamo capito che descrivere anche come esso viene calcolato può davvero essere utile al fine di una migliore conoscenza delle dinamiche che sottostanno la determinazione delle rata di un muto bancario. L’Euribor è il Tasso Interbancario di offerta in Euro è coincide con il tasso di interesse medio rispetto al quale le Banche, in Europa, eseguono tra di loro transazioni finanziarie.

Ma come si esegue il calcolo dell’Euribor? Più precisamente, come esso viene determinato?

Il Calcolo viene eseguito con cadenza giornaliera dalla Federazione Bancaria Europea (EBF) chesi basa sui dati offerti da una lunga lista di Banche provenienti dai vari Paesi dell’Unione. Al calcolo dell’Euribor partecipano, per l’Italia, i maggiori gruppi ed Istituti tra cui citiamo Unicredit, Intesa San Paolo, Monte dei Paschi e UBI Banca. Ciò che determina l’entrata di una Banca nell’alveo degli Istituti accreditati a fornire i loro dati è il volume di affari, in euro, fatto registrare quotidianamente.

Inoltre, specifichiamo che, seppure la diffusione dell’Euribor sia compito dell’EBF, il calcolo vero e proprio sia eseguito dall’agenzia di Rating Reuters.

Alcune tra le più grandi Banche europee che incidono sul calcolo dell’Euribor, tutte banche di rating elevato, sono ad esempio: lo Spagnolo Banco Bilbao, la KBC Belga, la Deutsche Bank per la Germania, ING per l’Olanda. Ad esse, si affiancano anche pochissimi Istituti extra-europei come JP Morgan e UBS.

Ti può interessare anche:  Spese notarili per il mutuo: a quanto ammontano?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *