costi mutui

Costi per i Mutui

Costi per i MutuiLa crisi accentua le difficoltà di chi vorrebbe acquistare casa poiché salgono i costi per i mutui che le Banche frappogono tra l’accesso al credito e il bisogno di liquidità di famiglie e aziende. Il punto della situazione sui mutui.

Difficoltà diffuse

La crisi economica sta giocando un ruolo predominante in questa particolare fase storica. Nel nostro Paese, come in molti altri all’interno dell’Unione Europea, i clienti di Banche e Istituti Finanziari rilevano una crescente difficoltà ad accedere al credito strettamente correlata anche ad un innalzamento dei costi dei mutui, che siano per famiglie o aziende.

Incomprensibile crisi di liquidità

Alla luce di quanto visto accadere a favore delle grandi Banche, soprattutto, appare certamente inspiegabile agli occhi delle famiglie e delle piccole e medie Imprese, ossia la stragrande maggioranza dei clienti delle Banche, l’assoluta difficoltà ad ottenere un prestito. Sebbene l’Europa, per mezzo della Banca Centrale, abbia rimpinguato le casse delle Banche Italiane, infatti, i costi dei mutui rimangono elevati e le condizioni a dir poco proibitive. Famiglie e Imprese sono sostanzialmente prive di qualsiasi sostegno da parte di chi dovrebbe concedere loro del credito.

Il Mercato attuale dei Mutui

Se un capo famiglia o un amministratore d’azienda si recasse in banca, oggi, rileverebbe tassi di interesse elevati (in media intorno al 6,50%), ma anche il ritorno di condizioni che solo pochi mesi fa erano state cancellate dal Governo Monti: ci riferiamo alle commissioni di massimo scoperto, ad esempio, che prima eliminate sono state poco dopo reinserite dagli Istituti.

I mutui per l’acquisto di case, quando concessi, prevedono inevitabilmente non più una copertura elevata del costo (80-100%), tassi ancora al livello di diversi mesi fa quando la BCE non aveva ancora prestato nuovi denari e ancora nessuna chiarezza sull’obbligo di stipulare le polizze sugli immobili così come sui costi generali.

Ti può interessare anche:  Prospetto Esis Mutui

A pensar Male….

Cosa ne hanno fatto, le Banche, della liquidità messa loro a disposizione dalle BCE?

Se, come dice il proverbio, “a pensar male è peccato, ma quasi sempre si indovina”, forse hanno ragione quei clienti che, dopo essersi visto negato un mutuo o dopo aver accertato l’ancora troppo elevato livello dei costi dei mutui hanno immaginato che L’Istituto avrà forse preferito proseguire le sue speculazioni anziché finanziare il suo acquisto o la propria attività aziendale. Anche con un danno per la stessa Economia nazionale


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *