tasso-fisso

Eurirs: incide sui tassi fissi

EurirsEurirs: incide sui tassi fissi

Chi o cosa incide sui tassi fissi dei mutui? Se per i tassi variabili si fa riferimento all’Euribor, ora parliamo dell’Eurirs, il tasso che interviene sulle quote fisse che i clienti delle banche pagano per i mutui.

 

 

Una definizione
EURIRS (o anche IRS area euro) è la sigla di “Euro Interest Rate Swap”, tasso per gli swap su interessi. Con tale termine viene indicato il tasso interbancario di riferimento usato per valutare l’andamento dei mutui a tasso fisso sottoscritti con banche e istituti finanziari italiani.

Come viene calcolato
Il suo andamento è calcolato quotidianamente dalla Federazione Bancaria Europea (FBE), organizzazione nata nel 1960 per tutelare gli interessi delle banche a livello comunitario. Essa è indipendente dalle banche centrali dei singoli stati componenti l’unione europea e gode di piena autonomia anche rispetto alla Banca Centrale Europea (BCE).
Dal punto di vista tecnico, l’Eurirs viene calcolato in base alla media ponderata delle quotazioni complessive delle banche attive nei paesi dell’Unione Europea e pone in risalto lo stretto legame con il tasso di interesse swap, vale a dire una pratica in cui le due controparti che hanno un prestito in comune pattuiscono uno scambio reciproco degli interessi applicati.

Le sue più recenti variazioni
Naturalmente i tassi che derivano dall’Eurirs variano in base al periodo di riferimento; per esempio i tassi Eurirs  del 14/07/2009 sono i seguenti:

Eurirs-IRS   1 anno 1.32%
Eurirs-IRS   2 anni 1.74%
Eurirs-IRS   3 anni 2.20%
Eurirs-IRS   4 anni 2.56%
Eurirs-IRS   5 anni 2.83%
Eurirs-IRS   6 anni 3.05%
Eurirs-IRS   7 anni 3.23%
Eurirs-IRS   8 anni 3.38%
Eurirs-IRS   9 anni 3.50%
Eurirs-IRS   10 anni 3.60%
Eurirs-IRS   12 anni 3.79%
Eurirs-IRS   15 anni 3.98%
Eurirs-IRS   20 anni 4.11%
Eurirs-IRS   25 anni 4.08%
Eurirs-IRS   30 anni 4.02%

Ti può interessare anche:  Detrazioni Mutuo: i Benefici Fiscali

All’Eurirs va poi sommato lo SPREAD, un’aliquota che rappresenta il ricavo percepito dall’istituto di credito che eroga il finanziamento. Lo spread varia in media tra l’0,50% ed il 2%.

Cosa incide sulle sue variazioni
La rilevazione dell’Eurirs viene rinnovata in base all’andamento del mercato finanziario, per questo occorre tenere presente i valori relativi al periodo in cui viene effettuato il prestito; pertanto:
Tasso di interesse = EURIRS (durata mutuo) + spread
E’ rilevante sottolineare che l’Eurirs non dipende dall’ammontare del capitale, bensì dalla durata del prestito: maggiore è la durata del prestito e maggiore sarà l’Eurirs da applicare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *