Prestiti Personali: che cosa sono e come funzionano

In un’economia in continua evoluzione, con dei cambiamenti molte volte anche molto repentini, la possibilità di accedere a una liquidità immediata e a un costo accessibile può essere una soluzione per poter far fronte alle varie esigenze della vita. Non solo l’accesso al credito può essere utile per differenti finalità, dall’acquisto di un auto o di un elettrodomestico, al consolidare dei debiti, o ad effettuare un investimento, ma anche per poter avere una disponibilità di denaro per venire incontro alle esigenze della vita quotidiana. I prestiti personali negli ultimi anni sono un mezzo semplice e veloce per poter accedere a una somma di denaro. Le offerte delle banche e degli istituti finanziari sono tantissime. A questo si aggiunge anche una serie molto ampia di proposte on-line. Ma che cosa sono i prestiti personali? Come funziona l’eventuale richiesta? Di seguito andremo ad analizzare le loro caratteristiche in modo da poter valutare nel modo migliore quali sono i prestiti.

Che cos’è un prestito personale: le sue caratteristiche

Un prestito personale viene considerato una tipologia di finanziamento che rientra nei cosiddetti crediti a consumo ed è effettuato da una banca o da una finanziaria direttamente al singolo soggetto senza una finalizzazione precisa. Per questo motivo vengono anche definiti prestiti non finalizzati. In concreto è una concessione di un importo di danaro che deve essere restituito dopo un periodo di tempo dal debitore secondo un piano di ammortamento precisato al momento della sottoscrizione. Il debitore potrà utilizzare la somma concessa per proprie finalità e senza dover giustificare l’eventuale utilizzo del danaro.

Accedere a un prestito personale è una cosa abbastanza semplice. Le offerte presenti sono tantiisme, ma bene diversa è la spossibilità di vedrsi riconosciuto effettivamente il prestito. Bisogna prendere in considerazione una serie di elemeti al fine di poterlo ottenere e di effettuare il prestito più vantaggioso:

– documentazione e garanzie : i prestiti personali sono dei finanziamenti a tutti gli effetti. Come tale sono necessarie una serie di paramenti previsti al fine di dimostrare alla banca o alla finanziaria la propria capacità reddituale. Al momento della domanda del prestito, vi sarà quindi richiesto di presentare una documentazione che attesti la vostra possibilità di adempiere al pagamento delle rate. Per i possessori di busta paga o di pensione non sussistono grossi problemi a ricevere un finanziamento. In caso in cui non si abbia un contratto di lavoro a tempo indeterminato, in quanto lavoratori autonomi sarà necessario presentare l’ultima dichiarazione dei redditi. È importante considerare che sulla domanda può incidere anche l’esistenza di un altro prestito, come per esempio la cessione del quinto dello stipendio, oppure mancato pagamenti in passato di rate di un altro finanziamento. Prima di chiedere un presto personale è fondamentale regolarizzare le proprie posizioni;

– importo: la somma di denaro che verrà stabilita viene calcolata in base alle garanzie presentate. Se si è possessori di una pensione o di uno stipendi a tempo indeterminato, verrà calcolato un massimo di importo da ottenere in base alle rate che possono essere sostenute dal debitore. La rata non può mai superare il valore di un quinto dello stipendio o della pensione. Si possono ricevere prestiti personali che vanno dai 1000€ fino anche agli 80.000€;

– rate: la restituzione del capitale prestato avviene in base a un numero di rate che viene stabilito in base all’importo richiesto. Si parte normalmente dai 12 mesi a un massimo di 10 anni;

finalizzazione: non vi è una motivazione precisa per la richiesta del prestito, come nel caso di un mutuo per acquisto di un appartamento;

tassi d’interesse: rispetto ad altre tipologie di finanziamento, quelli personali hanno un tasso d’interesse leggermente maggiore, con un costo quindi del prestito superiore rispetto ad altre tipologie. La motivazione è il fatto che sono finalizzati a un acquisto di un bene non precisato;

– emissione: un grosso vantaggio dei prestiti personali è quello di avere tempi di emissioni molto brevi. Una volta accertata e verificata la documentazione da parte di una finanziaria, saranno sufficienti dalle 24 alle 48 ore di tempo per poter ricevere sul proprio conto la somma richiesta.

Ti può interessare anche:  La Cambiale

Come funziona un prestito personale: quali sono le modalità per riceverlo

La richiesta del prestito personale può essere effettuata in ogni momento presso una finanziaria o un istituto di credito. Può essere molto utile confrontare le diverse tipologie di offerte che verranno effettuate in modo da poter sottoscrivere il finanziamento più conveniente. Confrontare tassi come il TAN e il TAEG può essere molto vantaggioso al fine di sottoscrivere un prestito migliore. Una volta decisa la banca o la finanziaria con cui effettuare il prestito sarà necessario recarsi presso lo sportello di riferimento con la documentazione richiesta. Oggi è possibile anche rendere il procedimento più veloce grazie alla piattaforme on-line.

Vi sono alcune finanziare che permettono di effettuare la richiesta direttamente sul web inviando la documentazione richiesta e poi effettuare solo la sottoscrizione presso la sede. In ogni caso vi sarà richiesto, un documento di riconoscimento, codice fiscale, eventuale statino paga o statino pensionistico o dichiarazione dei redditi.

Negli ultimi anni, grazie alla presenza di un maggior numero di finanziarie, i tempi di richiesta e di emissione di un prestito finanziario si sono molto ridotti. Per questo una volta verificati i documenti dal momento della richiesta sarà possibile ricevere l’importo entro un massimo di una settimana. La restituzione avverrà attraverso il piano di rateizzazione stabilito. Alcuni prestiti inoltre prevedono la possibilità di essere personalizzati per quanto riguarda il pagamento delle rate. Per esempio, sarà possibile poter saltare una o più rate con preventiva richiesta, oppure modificare il loro numero mnell’arco del prestito. Prima di sottoscrivere è importante considerare ogni aspetto riguardante la modalità di restituzione in modo da essere sicuri e certi dell’impegno che si è deciso di affrontare. Infatti in alcuni prestiti sarà possibile estinguerlo anche in modo anticipato, in altri invece si richiede il pagamento di un minimo di rate dopo il quale sarà possibile effettuare la chiusura del debito senza eventuale penale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *