Auto a noleggio per privati

Avere un auto di proprietà o comprarne una nuova comporta una serie di costi di considerevole entità, bollo, passaggio di proprietà, assicurazione, collaudo e spese varie di manutenzione ordinaria come la sostituzione delle gomme o straordnaria nei casi più sfortunati come motore, carrozzeria frutto dell’usura nel tempo o di eventuali sinistri.

Allo scopo di ovviare a tali problematiche si sta affermando sempre di più la tendenza da parte dei privati di noleggiare le auto, non solo per breve tempo in presenza di occasioni speciali, ma anche a lungo termine.
Interessante è la possibilità di poter cambiare spesso e volentieri auto a seconda delle proprie esigenze, per un viaggio si potrà decidere di scegliere un veicolo con un bagaglio capiente o se si è giovani un auto sportiva, tutto senza doversi minimamente preoccupare di pagare bollo, assicurazioni e tutto ciò che concerne le tasse legate alla detenzione di un’automobile.
A seguire vi invitiamo a leggere attentamente la guida sottostante, in cui vengono indicate le modalità, i termini e le condizioni minime indispensabili per noleggiare un autoveicolo, nonché i diritti ed obblighi che discendono dal contratto di noleggio una volta sottoscritto.

Requisiti di età del soggetto per noleggiare un’auto

L’età minima per noleggiare un auto è 21 anni, tuttavia, a seconda della compagnia di autonoleggio è possibile che tale soglia minima subisca un innalzamento per la particolarità del modello di auto scelto o semplice politica aziendale, va, inoltre precisato che è prassi in alcune società di noleggio auto far lievitare il prezzo nel caso in cui il soggetto abbia un’età inferiore ai 25 anni, la ragione è legata al fatto che la giovane è direttamente proporzionale all’ inesperienza e amore per il rischio.
Le variazioni di prezzo interessano anche guidatori che abbiano un’età più matura e si pongano tra gli over 65, molte agenzie, addirittura. rifiutano di noleggiare veicoli a chi abbia raggiunto i 70 anni, la ragione è che vi potrebbe essere una minor attenzione alla guida dovuta ad una riduzione dei riflessi.

A chi rivolgersi per noleggiare un’auto

In passato gli autonoleggi trovavano la loro ubicazione per eccellenza presso aeroporti, aree di stazione o nelle grande metropoli, in quanto erano, soprattutto, i turisti ad avere l’esigenza di noleggiare un veicolo, attualmente, il noleggio di un’auto è una prassi, ormai, comune, al punto che è possibile trovare agenzie di autonoleggio, anche, in piccole realtà cittadine a due passi da casa.
La procedura di noleggio è semplice basta recarsi fisicamente alla sede dell’agenzia oppure, grazie all’avvento di internet, con un semplice click collegarsi al sito online e scegliere tra i diversi siti di autonoleggio l’offerta più conveniente, va precisato che molte agenzie dedicano particolari sconti a chi decide di aderire al sevizio online di noleggio fino al 15% rispetto alle tariffe ordinarie.
Se il noleggio avviene all’estero, cioè nei paesi extraeuropei, è necessario che il guidatore sia munito di una patente internazionale. Al momento del noleggio è opportuno che il cliente prima di sottoscrivere il contratto legga attentamente il contenuto dell’accordo e verifichi lo stato dell’auto (graffi, ammaccature, luci non funzionanti) nonché il livello del carburante.

Metodi di pagamento per noleggiare un’auto

Al fine di noleggiare un’auto è necessario essere muniti di una carta di credito, sono, infatti, rari i casi in cui le agenzie di autonoleggio accettano il pagamento mediante contanti, dato, peraltro, i limiti imposti dalla Legge antiriciclaggio.
La carta di credito rappresenta una garanzia di tracciabilità del pagamento che tutela sia il guidatore che l’agenzia, la quale preleva la somma direttamente dal conto corrente nel momento in cui il veicolo viene ritirato.
Alcune agenzie accettano le carte di credito “ricaricabili”, tuttavia, si deve trattare del noleggio di veicoli piccoli di cilindrata o comunque di valore tale da non superare determinate soglie, trattandosi di ricaricabili tali carte di credito hanno un massimale ridotto.

Ti può interessare anche:  Moneyfarm: Come Funziona, Rendimenti, Opinioni e Recensioni

Come funziona per la copertura assicurativa

Il cliente che decide di prendere un’auto oltre al modello, alla cilindrata dovrà scegliere la tipologia di copertura assicurativa tra quelle in listino proposte dall’agenzia.
Naturalmente, la scelta varia a seconda dell’utilizzo che il cliente decide di fare della vettura, alle sue capacità di guida, quanto tempo decide di detenere il veicolo, tutte una serie di variabili soggettive e legate all’uso personale del guidatore.
Fatto notorio è che ogni assicurazione comprende un massimale ricoperto dalla società assicurativa e una franchigia a carico del conducente, che scatta ogni vota si superi la soglia di massima copertura prevista, pertanto, se si vuole evitare qualsiasi problema si può sottoscrivere con l’agenzia di autonoleggio un contratto dove ridurre al minimo o addirittura eliminare il rischio di franchigia (polizza Damage Access Refund).
In un noleggio ordinario l’assicurazione generalmente copre il furto e/o i danni da sinistri stradali.

Cosa fare in caso di sinistro o furto dell’auto noleggiata

Nell”eventuale ipotesi di furto o sinistro stradale il cliente deve contattare contestualmente la polizia o carabinieri e l’agenzia di noleggio dove ha preso l’auto.

Va precisato che l’assicurazione non copre assolutamente i danni a cose o terzi, laddove si dimostri che il conducente al momento del fatto era ubriaco o drogato, abbia guidato in modo irresponsabile ovvero alla guida del veicolo non vi era colui che ha sottoscritto il contratto di noleggio, ma un soggetto terzo, per aggiungere altri guidatore sono, infatti, previsti degli extra da versare all’agenzia.

Quanti chilometri possono essere percorsi con un’auto a noleggio

A seconda del tipo di contratto che si stipula con l’agenzia di autonoleggio il cliente può essere costretto ad un numero limitato di chilometri da effettuare, e in caso di superamento paga un’extra oppure può decidere di scegliere l’opzione chilometraggio illimitato pagando un piccolo sovrapprezzo iniziale.

Come funziona per il carburante per un’auto a noleggio

Nel momento in cui il cliente prende un’auto a noleggio, prassi è che gli venga fornita con il pieno di carburante, pertanto, per logica, il giorno della restituzione lo stesso dovrà prima fare il pieno e poi portarla all’agenzia di autonoleggio, pena il pagamento del prezzo del carburante inferiore.

Altresì, alcune agenzie consegnano l’auto con un minimo di carburante ed è dunque, il cliente a dover fare il pieno per usare il veicolo, tale usanza è, però, sconsigliata, in quanto non è semplice, poi, stabilire che con quale livello di carburante restituire l’auto.

La possibilità di prolungare il periodo di noleggio di un’auto

Il contratto di noleggio prevede la possibilità per il cliente che abbia già noleggiato l’auto di prolungare i giorni di utilizzo del veicolo, purché non vi sia in coda un altro cliente, che, a sua volta, abbia sottoscritto un accordo per il periodo immediatamente successivo alla scadenza del suo contratto.
Nell’eventualità l’auto noleggiata venga riconsegnata oltre la data pattuita il cliente incorre in una penale, nessun rimborso è, invece, previsto, laddove il guidatore decida di riconsegnare con anticipo l’autovettura.

Dove va restituita l’auto noleggiata

L’auto noleggiata va restituita presso l’agenzia in cui è avvenuto il noleggio, salvo patti contrari, quindi è importante, informarsi al momento della sottoscrizione del contratto sul luogo della restituzione. Alcune agenzie di noleggio propongono un servizio aggiuntivo, dove gratuitamente o con un piccolo extra è possibile rendere l’auto ad un’agenzia differente, tale servizio è conosciuto come “one way”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *