assicurazione sociale

Assicurazioni Sociali: chi le offre

Assicurazioni SocialiLe assicurazioni sociali rappresentano il mezzo attraverso il quale la previdenza sociale opera, e sono state introdotte nell’ordinamento per evitare che il verificarsi di determinati eventi (che possono essere sia di tipo economico che di tipo sanitario), vadano a causare un danno eccessivo al lavoratore o al datore di lavoro.

 

 

Le assicurazioni sociali presentano alcune similitudini con il funzionamento delle assicurazioni di tipo privato, ma hanno anche punti di grande diversificazione, in quanto hanno carattere obbligatorio e non sono previste eventuali deroghe o possibilità di sottrarvisi.
Inoltre se il pagamento dei premi non dovesse essere fatto dal soggetto obbligato, l’erogazione del pagamento dei premi non viene comunque meno.
Inoltre a questa mancanza può sopperire anche lo Stato con un suo intervento diretto.

 

Chi beneficia della Copertura
I soggetti interessati dalle associazioni sociali sono tre: il lavoratore (che ne è il beneficiario), il datore di lavoro che deve versare i relativi premi, mentre il terzo soggetto è rappresentato da un Ente previdenziale, quale Inps, Inail e Inpdap, che incassa i ‘premi’ ed eroga le prestazioni previdenziali.
I versamenti spettano anche in piccola parte al lavoratore, la cui quota viene comunque versata dal datore di lavoro che poi la recupera sulla busta paga tramite le ‘trattenute’, e il loro ammontare viene determinato sulla base della retribuzione che questi percepisce.

 

Cosa viene coperto
Gli interventi che nello specifico rientrano nelle coperture delle assicurazioni sociali sono:
– stato di salute o ridotta capacità lavorativa quali inabilità, infortuni, invalidità, malattia, vecchiaia;
– eventi economici quali disoccupazione involontaria, o riduzione dell’orario di lavoro, o la nascita di prole.
Sono previste anche delle forme particolari, ma ristrette solo a determinate categorie, come l’assicurazione sociale vita gestita dall’Inpdap.
Questa infatti spetta solo a coloro che fanno parte di enti o uffici pubblici per i quali è previsto l’obbligo di adesione.
In caso di decesso dell’assicurato il pagamento dell’indennizzo verrà effettuato in un’unica soluzione, tramite assegno o bonifico.

Ti può interessare anche:  TFR e Previdenza Complementare

 

Invece Inps e Inail corrispondono le varie forme di assicurazione sociale loro spettanti, tramite il versamento periodico, limitato ad un determinato periodo di tempo, o per tutta la vita del beneficiario (e in alcuni casi anche dopo attraverso la formula della reversibilità).
Le assicurazioni sociali che vengono versate dall’Inps riguardano:
– l’assegno per il nucleo familiare o figli a carico;
– indennità di disoccupazione (con almeno due anni di versamento dell’assicurazione ed almeno un anno di contributi versati nel biennio precedente);
– assicurazione e integrazione per le prestazioni lavorative;
– pensione ai superstiti;
– pensione di vecchiaia;
– assegno sociale;
– assegno ordinario di invalidità;
– le indennità di maternità;
– le indennità per malattia.
Sono invece di competenza dell’Inail le forme di assicurazione sociale legate prevalentemente alla componente sanitaria quali:
– indennità giornaliera per inabilità temporanea a causa di un infortunio sul lavoro o dovuta a malattia professionale;
– rendita per i casi di inabilità permanente;
– assegno per sostenere l’assistenza personale e continuativa;
– prestazione delle cure mediche e chirurgiche, compresi gli accertamenti clinici a carico del servizio sanitario nazionale;
– eventuale forniture di apparecchiatura quali protesi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *