risparmio fondo pensione

Il Riscatto del Fondo Pensione

Riscatto del Fondo PensionePer chi detiene un fondo pensione è importante sapere che è possibile richiederne il riscatto anche prima della sua naturale scadenza. Vogliamo dire che, anche se non si è ancora in età di pensione, si possono richiedere indietro parte di o tutti i soldi versati. Ma vi sono casi e condizioni diverse. Vediamole.

Riscatto Fondo Pensione

La situazione pensionistica Italiana, molto movimentata nella fase attuale a causa soprattutto dei cambiamenti nella gestione contributiva e dell’allungamento dell’età lavorativa, sta facendo segnare una crisi dei Fondi Pensione. Sebbene costituiscano alternativa o un supplemento alla pensione Inps, anche la Crisi economica sta rallentando il loro sviluppo.
Ne deriva che molto lavoratori non scelgono più il fondo a causa di timori di non farcela ad alimentarlo costantemente negli anni, ma anche che chi abbia aderito ad uno di essi possa essere interessato al riscatto del Fondo pensione, ossia dei denari versati.

Sei deluso o intimorito e vuoi rinunciare al Fondo?

E importante sapere che chi ha aderito ad un fondo pensione può, ma solo entro i primi due anni, può decidere di cambiare. In questo caso non si tratta di un riscatto vero e proprio, ma della possibilità di cambiarlo con uno che reputiamo più sicuro o più adattato, ad esempio, al nuovo settore in cui abbiamo iniziato a lavorare.

Riscatto del 100%

Vi sono, poi, casi limite per cui la Legge offre la possibilità di ottenere il completo riscatto del fondo pensione. E cioè, quando si è in disoccupazione (regolare) da più di 4 anni, o se è subita un’improvvisa invalidità permanente con riduzione della capacità lavorativa a meno di 1/3. Ma tale riscatto è possibile anche se si è appena cambiato il settore lavorativo (cambiando azienda presso cui si lavora), salvo pagare una tassa specifica.

Ti può interessare anche:  Pensione, Quota 100 e il calcolo contributivo: i pro e i contro

Anticipi sul denaro versato

Poi, vi sono anche situazioni in cui il Riscatto del fondo pensione è parziale: si tratta dei cosiddetti “anticipi” che ogni sottoscrittore ha il diritto e la possibilità di richiedere.

  • Anticipo del 75% sul versato in due casi differenti.
    Per comprare casa o per aiutare i propri figli, ma solo se si è iscritti al Fondo da più di otto anni.
    Per far fronte a spese mediche impreviste per se stessi o un familiare (figli, coniuge), anche prima degli otto anni su indicati.
  • Anticipo del 50% sul versato in caso di cassa integrazione o in caso di mobilità. Ma anche se si cessa di lavorare è possibile richiederlo (anche se dopo 12 mesi di disoccupazione e non oltre i 48 mesi di disoccupazione)
  • Anticipo del 30% su quanto versato per chi è iscritto da più di 8 anni. In tal caso non sono previste giustificazioni o motivazioni particolari

Vuoi aprire un Fondo? Informati prima sulle loro quotazioni
Tutte le soluzioni possibili per la Previdenza Complementare


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *