coordinate bancarie

Le coordinate bancarie: guida all’uso, come sono formate

Sono dei codici fondamentali per individuare eventuali conti correnti bancari. La loro composizione è l’insieme di più codici, necessari per le varie operazioni bancarie di trasferimento di denaro.

Coordinate bancarie: guida all’uso

Le coordinate bancarie sono una serie di dati necessari per ogni conto corrente bancario: la loro determinazione identifica i vari c/c e permette di effettuare operazioni di transizione di denaro da un conto ad un altro o da una persona fisica ad un conto corrente.

Il codice che le identifica ha una struttura ben precisa e contiene singoli codici di fondamentale importanza.

Da cosa sono formate le coordinate bancarie

In totale, i caratteri presenti nelle coordinate bancarie sono 27 e la loro suddivisione è la seguente:

    •  I primi due caratteri indicano la Nazione (IT)
    •  Il secondo e il terzo carattere indicano i numeri di controllo dell’intero codice
    • Il carattere singolo indica il CIN, cioè una lettera che funge come carattere di controllo per l’intero codice.
    •  Seguono poi cinque caratteri, che compongono il codice ABI (Associazione Bancaria Italiana), il cui compito è quello di rappresentare l’Istituto di credito: ogni banca ha il proprio codice ABI.
    •  Altri cinque caratteri, che corrispondono al codice CAB (Codice di Avviamento Bancario), che rappresenta la singola filiale dell’Istituto di credito.
    • Infine, vengono i caratteri identificativi del conto corrente, un codice alfanumerici composto da 12 caratteri

L’insieme di questi codici formano il codice IBAN, che dal 2008 è obbligatorio usare, al posto dei singoli codici. ABI, CAB, CIN e numero di conto corrente formano invece il codice BBAN (Basic Bank Account Number), che indica la coordinata bancaria nazionale e che presenta ogni banca centrale europea.

Ti può interessare anche:  Come fare un bonifico online

A cosa servono le coordinate bancarie?

Servono a permettere i trasferimenti di denaro tra banche e clienti, anche di Istituti diversi. I loro riferimenti sono registrati e catalogati a livello elettronico, con la possibilità di registrare i vari movimenti bancari e classificarli in base alle coordinate bancarie presentate. Ogni cliente ha le proprie coordinate, tramite le quali può effettuare bonifici e domiciliazioni varie. È obbligatorio presentare le coordinate bancarie ogni volta che si deve effettuare una transizione bancaria: senza di esse, sarebbe impossibile iniziare una qualsiasi operazione di scambio di denaro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *