mutuo cointestato

Mutuo Cointestato: da valutare tra Coniugi

Mutuo CointestatoQuando si richiede un mutuo, è possibile scegliere quello cointestato, in modo che più persone ne abbiano accesso, sfruttando la medesima ipoteca. Vediamo insieme le caratteristiche del mutuo cointestato.

Cos’è il mutuo cointestato

Un mutuo cointestato è un mutuo usufruibile da più persone che, insieme, possono sfruttare una stessa ipoteca per ottenere il denaro necessario. Solitamente, il mutuo cointestato è sfruttato da due coniugi che hanno il bisogno di acquistare casa o ristrutturarne una. Entrambi i coniugi, in questo caso, corrono lo stesso rischio, in quanto si rendono entrambi responsabili finanziari dell’ipoteca ammessa sull’immobile in questione.

Essendo un mutuo diviso, saranno divise anche le spese, con accordi personali che ogni coppia deciderà di prendere in condivisione. Il fatto che le persone che concorrono al pagamento delle rate siano due può essere un incentivo maggiore alla banca per far ottenere il  mutuo al richiedente: la seconda persona mutuataria diventa una sorte di garante verso cui la banca può porre una fiducia ulteriore e, quindi, una maggiore sicurezza.

>Un mutuo cointestato può essere particolarmente vantaggioso per le giovani coppie, verso cui le banche offrono servizi ed incentivi maggiori, proprio per venire incontro a bisogni particolari di persone che si affacciano per la prima volte nel mondo finanziario. Inoltre, sono previste detrazioni fiscali per gli interessi passivi, a carico del coniuge su cui grava  il carico fiscale. Una lista di banche offrono un servizio simile è questa:

  • Findomestic
  • Agos
  • BNL
  • Credem
  • Banca Sella
  • Unicredit
  • Fineco

Senza escluderne molte altre, che offrono servizi e agevolazioni per i mutui cointestati.

Ti può interessare anche:  Mutui Imprese: prestiti e risorse per Aziende

Cosa fare in caso di separazione dei coniugi?

Se due coniugi, entrambi beneficiari di un mutuo cointestato, si separano, quali sono le conseguenze economico finanziarie?. Le possibilità e le soluzioni sono molteplici: in realtà tutto dipende dal tipo di separazione richiesta e dall’eventuale separazione dei beni. Anche l’effettiva assegnazione della casa coniugale può far prendere decisioni particolari in merito e tutto dipende dagli accordi stipulati tra i coniugi.

Una soluzione può essere la vendita, con conseguente estinzione del mutuo: in questo modo, i ricavi verranno divisi equamente, senza bisogno di doversi accordare sul pagamento delle rate rimaste.

Anche la cessione della quota dell’immobile al coniuge separato può essere una soluzione: dipende comunque dal tipo di rapporto instaurato e dalle decisioni. Ricordiamo anche la presenza di eventuali figli, sicuri successori dell’immobile e possibili beneficiari di un eventuale donazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *