regionale

Mutuo Regionale

Il Mutuo RegionaleIl Mutuo Regionale

Dalle Regioni arriva una forma di finanziamento molto importante che rappresenta un’utile risorsa per chi vuole avviare o potenziare un’attività: scopriamo insieme il mutuo regionale.

 

Cos’è il mutuo regionale

Il Mutuo Regionale è una forma di finanziamento che gode di particolari agevolazioni a livello locale. Si tratta, infatti, di finanziamenti erogati dalle regioni sia a statuto ordinario che da quelle a statuto speciale e finalizzati all’acquisto o alla costruzione relativamente alla sola abitazione principale.
Periodicamente le regioni emanano bandi e chi è in possesso di specifichi requisiti, differenti da regione a regione, può partecipare.

Le condizioni per ottenerlo

Vediamo insieme quali sono le condizioni necessari per  riuscire ad ottenere tali  agevolazioni, sottolineando che variano da regioni a regioni:

  • Contributi: è possibile ottenere fino a 40.000 Euro oppure azzerare gli interessi sul mutuo;
  • Reddito: ogni regione decide il reddito minimo e i criteri per stabilirlo;
  • Cittadinanza: i potenziali acquirenti dovranno avere cittadinanza italiana e, dipende dai casi, anche residenza in regione; alcune regioni concedono il mutuo regionale anche agli extracomunitari.
  • Altre agevolazioni: chi fa richiesta di mutuo regionale non deve avere avuti in passato dei contributi simili; il mutuo regionale infatti può essere erogato una sola volta.
  • Immobile: non si deve essere proprietari di altra casa sull’intero territorio italiano e deve avere ubicazione nella regione che emana il bando.
  • Residenza: il richiedente deve avere la residenza nella stessa regione in cui ha intenzione di presentare domanda.

Inoltre, diverse regioni erogano finanziamenti per l’acquisto della prima casa esclusivamente per le giovani coppie in procinto di sposarsi, di convivere o sposati da poco. L’età massima per ottenere il contributo regionale varia da regione a regione ma generalmente è dai 36 ai 40.
Se il bando non è attivo nel momento in cui si acquista la casa, l’anno successivo è comunque possibile usufruire del contributo.

Ti può interessare anche:  Mutuo Variabile a Rata costante: varia la durata, non la rata

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *