mutuo con tetto

Mutuo con tetto Massimo: a chi conviene?

Mutuo con tetto MassimoSi tratta di una variante di mutui interessante perché pone un limite alla crescita del tasso d’interesse se si sceglie un mutuo a tasso variabile. E’ il mutuo con tetto massimo

 

L’origine del Mutuo con tetto Massimo

La definizione tecnica del mutuo con tetto è “mutuo con cap” la cui formula inglese recita “Capped Rate”. In qualsiasi modo lo si voglia chiamare, comunque, rimane l’unico mutuo che mette un tetto, un limite, all’innalzamento dei tassi d’interesse nei mutui variabili. Si tratta di una condizione stabilita, addirittura, nel contratto e che ogni cliente può e deve definire sin dal momento della stipula.
Come si applica il Tetto Massimo

Tutto inizia dal mutuo a tasso variabile in cui gli interessi, che fanno salire la rata mensile in base alle variazioni del costo del denaro, vengono bloccati imponendo un’aliquota massima che il cliente può decidere con la Banca. Il vantaggio più evidente è che, durante gli anni di rimborso del mutuo stesso, le rate mensili non subiranno l’applicazione di un tasso d’interesse superiore al “tetto” che abbiamo imposto.

 

Stabilire il Tetto Massimo

Ve specificato, però, che il momento più delicato nella scelta di un mutuo a tetto massimo è proprio la definizione del tasso massimo che noi non vorremmo oltrepassare. Un passo importante che termina con la specifica dell’aliquota addirittura nel contratto di mutuo.
Una regola da tenere a mente riguarda in che modo si determina il costo del mutuo a tetto massimo: la banca applica sempre uno spread che, però, in questa tipologia di mutuo è più elevato rispetto ad un normale mutuo a tasso variabile. La ragione è che gli Istituti cercano preventivamente di “proteggersi” dal tetto sul tasso che noi avremmo imposto.
Il consiglio potrebbe essere di non scegliere un Tetto massimo superiore al 6% per non rischiare di vanificare la scelta stessa di questa tipologia di mutuo.

Ti può interessare anche:  Mutui Seconda Casa: le novità

 

Chi può trarne Vantaggi

Un mutuo con tetto massimo è decisamente consigliabile a chi non può permettersi di sostenere i costi di un mutuo a tasso fisso, ma che vuole tenere a freno un possibile innalzamento dei tassi in uno a tasso variabile.

 

Consigli

Prima di stabilire quale aliquota scegliere per il nostro mutuo con tetto massimo è bene usufruire del servizio che la Banca dovrebbe offrire e che permette di avere una previsione dell’andamento dei tassi d’interesse nel futuro.  Potrebbe essere utile anche visitare il sito, piuttosto ricco di informazioni, di AltroConsumo e leggere la nostra analisi sul Mutuo con Cap.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *