assicurazione veicoli storici

Assicurazioni Veicoli Storici

Assicurazioni Veicoli StoriciLe possibilità di protezione assicurativa dedicata alle auto e alle moto più datate che hanno un interesse storico. Analizziamo le possibilità previste dalle assicurazioni sui veicoli storici.

 

Protezione per i veicoli storici
I veicoli storici godono di una serie di privilegi che riguardano sia gli oneri e le tasse, poiché pagano esclusivamente la tassa di circolazione, mentre sono esenti dal bollo, e sia le spese di assicurazione.
Queste ultime sono in realtà il frutto di accordi e convenzioni che le diverse compagnie di assicurazione stipulano direttamente con l’A.S.I. (Automotoclub storico italiano), oppure con uno dei numerosi Club affiliati all’A.S.I.
Per poter usufruire delle agevolazioni e delle convenzioni, non è sufficiente essere proprietari di un’auto che abbia compiuto 20 anni dalla data di immatricolazione, ma bisogna ottenere il riconoscimento dello status di auto ‘storica’, che richiede proprio l’iscrizione nel registro dell’A.S.I.

 

Come muoversi per richiedere la Polizza
Prima di poter accedere alle agevolazioni assicurative bisogna rivolgersi ai Club federali affiliati A.S.I., i quali provvedono ad inoltrare la richiesta alla federazione, ma non è detto che la domanda venga accettata automaticamente, poiché viene sottoposta all’esame della commissione apposita.
Se la domanda viene accettata al proprietario dell’auto vengono rilasciati alcuni certificati che attestano la qualità di auto storica riconosciuta, e che sono necessari, sia per supportare la riduzione del pagamento della tassa di circolazione, e sia per poter accedere alle proposte delle varie assicurazioni.

 

Le agevolazioni
Le assicurazioni dedicate a auto e moto storiche prevedono delle tariffe Rc molto basse, ma diverse compagnie richiedono che vengano rispettate alcune limitazioni, come ad esempio lo spostamento del mezzo per recarsi esclusivamente a mostre o competizioni non agonistiche.
Altre impongono che venga percorso un numero massimo di chilometri annuo, con la possibilità di estendere il chilometraggio in occasione di eventi particolari.

 

Novità recenti: polizze varibili
Fino a non molto tempo fa, tutte le compagnie prevedevano polizze di responsabilità civile a premio fisso, indipendentemente dalle altre caratteristiche o fattori di rischio, assicurando proprietari con età minima non inferiore a 23 anni.
Negli ultimi anni si sono diffuse le polizze a premio variabile (sempre molto basso rispetto ai prezzi praticati fuori convenzione), che tuttavia prevedono di assicurare anche diciottenni.
Il tipo di polizza più costoso è quella dell’assicurazione del mezzo con conducente libero, con la quale l’auto può essere guidata da chiunque rimanendo sempre sotto copertura assicurativa.
E’ possibile quindi ottenere le tariffe più basse attraverso la formula del guidatore unico, oppure attraverso l’assicurazione di ciascun guidatore (nella media fino ad un massimo di quattro per lo stesso veicolo), a ciascuno dei quali viene applicato un premio fisso, come se si trattasse di quattro polizze distinte.
Un’altra formula che permette di risparmiare è quella di un’unica polizza per assicurare diversi mezzi storici, con un numero definito di conducenti.
Infine, per i proprietari di più auto storiche, alcune compagnie di assicurazione prevedono la formula ‘parco macchine’ che permette di assicurare tutte le auto storiche a lui intestate, con prezzi estremamente bassi.
In questo caso però i minori prezzi vengono compensati da maggiori limitazioni nell’utilizzo.

Ti può interessare anche:  Assicurazione a Chilometro: Rc Auto e risparmio

 

Le Convenzioni
Alcuni Club affiliati all’A.S.I. prevedono delle convenzioni interessanti per le auto ‘amatoriali’, ovvero per quelle auto che hanno superato i 10 anni, ma che hanno al massimo 19 anni di anzianità, e che sono considerate di ‘particolare interesse e pregio’.
Queste auto ovviamente non possono ottenere l’iscrizione all’A.S.I. ma per poter usufruire di polizze assicurative più convenienti devono richiedere l’iscrizione nell’apposito registro tenuto dal Club federale, ed anche in questo caso l’iscrizione verrà sottoposta a giudizio e non sarà affatto scontata.
Le convenzioni prevedono solo agevolazioni per le coperture di responsabilità civile, e solo con l’applicazione del criterio del premio variabile.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *