polizza capofamiglia

Assegni di Viaggio: i Traveller’s Cheques

Traveller's ChequesSebbene le carte di credito rendano abbastanza semplice fare acquisti anche all’estero, prendiamo comunque in considerazione gli assegni di viaggio, un mezzo di pagamento utile quando il Paese di destinazione presenta qualche problema.

Cosa sono gli Assegni di Viaggio (Traveller’s Cheques)

Tecnicamente si chiamano Traveller’s Cheques, un nome che forse vi stuzzicherà qualche ricordo in più. In effetti, si tratta di un mezzo di pagamento in leggero disuso, come accennavamo, ma che noi consigliamo di tenere sempre a riferimento in caso di viaggi e spostamenti in Paesi problematici. Bisogna, infatti, considerare che non tutte le destinazioni presentano una situazione sempre ottimale per impiegare carte di credito poiché potrebbero non presentare una situazione di sviluppo tale da presentare esercizi commerciali attrezzati e una capillarità di sportelli bancomat sufficiente.

Come si possono usare?

Trattandosi sostanzialmente di assegni, gli assegni di viaggio possono essere usati per “trasportare” del denaro in maniera sicura. Una volta sul posto, ogni singolo assegno può essere cambiato in moneta locale presso una qualsiasi banca o ufficio di cambio. Altra possibilità sarebbe quella di usarlo direttamente per pagare una somma di pari importo a quella specificata in calce: un assegno di viaggio presenta due campi su cui apporre la firma, uno da firmare subito e uno da firmare (a controprova della validità) al momento del pagamento.

Consigli utili

Quest’ultimo particolare è importante, ma diviene fondamentale non firmare subito su entrambi i campi presenti: in caso di furto o smarrimento, altrimenti, sarebbero impiegati da chiunque q nostro discapito.

Poi, sarebbe meglio acquistare gli assegni di viaggio direttamente in valuta locale perché questo vi consentirà di risparmiare le commissioni di cambio una volta giunti sul posto.

Ti può interessare anche:  Investire in Svizzera: investimenti remunerativi?

In caso di smarrimento o furto, invece, bisogna contattare il numero telefonico sempre indicato sulla matrice così da poter riceverne il rimborso.

Infine, potrebbe essere utile acquistarne differenti e di taglio piccolo, da cambiare di volta in volta: questo per evitare che in caso di furto perdiamo l’intera somma e anche per evitare di andare in giro con tutto il denaro con noi quando, invece, possiamo lasciare i titoli di viaggio restanti in albergo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *