reclami banca

Fare Reclami alle Banche

Fare Reclami alle BancheLe motivazioni possono essere disparate e riguardare la gestione e i costi del proprio conto corrente oppure un investimento in titoli, o ancora problemi relativi ad un prestito o un mutuo. In ogni caso i clienti possono e devono eseguire dei reclami alle Banche per far valere i loro diritti.

Arbitro Bancario Finanziario

Si tratta di un organo di istituzione abbastanza recente (2009) a cui è stato riconosciuto il potere di risoluzione extragiudiziale di possibili controversie tra le Banche e i loro clienti. Tale organo raccoglie i reclami alle Banche da parte di chi si ritrova, suo malgrado, in situazioni problematiche relativamente a carte di credito, mutui, cessione del quinto dello stipendio, iscrizione alla lista dei Cattivi Pagatori.

 

La procedura per i Reclami

Il bello dell’Abf (acronimo di Arbitro Bancario Finanziario) è che per eseguire reclami alle Banche è possibile seguire una proceduta standardizzata.

  • Reclamo alla propria Banca. Si tratta del primo passaggio comunque da rispettare. L’Istituto ha 30 giorni di tempo dalla ricezione della nostra Raccomandata per offrirci risposta.

  • Reclamo all’Abf. E’ situazione diffusa, purtroppo, che la nostra Banca non risponda o che, quantomeno, non lo faccia entro i 30 giorni stabiliti dalla legge. In questo caso quindi, possiamo inviare una segnalazione all’Abf mediante raccomandata. Attenzione però: per rivolgervi all’Arbitrato avete 12 mesi di tempo dall’insorgere del problema.

  • Se superate i 12 mesi di tempo. Oltre questo limite, seppur non abbiamo perso ogni speranza, diviene necessario eseguire prima il reclamo alla banca e attendere i 30 giorni di tempo. Solo in caso di nuova mancata risposta possiamo tornare a scrivere all’Abf.

Redazione Raccomandata e Consegna

Come accennato i reclami alle Banche vanno redatti in carta semplice, ma inviati sotto forma di Raccomandata. Se l’invio riguarda la propria Banca bisogna ricercare l’indirizzo della sede amministrativa di competenza per il proprio territorio.

Per indirizzare il reclamo all’Abf, invece, bisogna spedire la raccomandata all’ufficio territoriale della Banca D’Italia di competenza per la propria zona. Ma possiamo anche consegnare la lettera a mano.

Costi Minimi

Vi informiamo come la presentazione del Reclamo all’Abf ha un costo minimo di 20,00 euro. Consigliamo di allegare alla raccomandata anche la ricevuta dell’avvenuto pagamento (possibile eseguirlo anche presso la Banca d’Italia) ma vi informiamo che, in caso di buona riuscita del ricorso, la somma ci verrà rimborsata.


Ti può interessare anche:  Banche Estere: gli Istituti stranieri che operano in Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *