carte prepagate

Carta Prepagata: cosa la rende comoda

Carta PrepagataSi tratta di una tipologia di carta di credito oggi molto diffusa. La carta Prepagata sta vivendo un vero boom di vendite e per questa ragione ci soffermiamo ad analizzarne caratteristiche, vantaggi e svantaggi. Per tutti quelli che vogliono scegliere una nuoca Carta Prepagata.

Prepagate: sono di Moda

La maggior parte delle grandi Banche ha, oggi, in offerta una sua Carta Prepagata ampiamente pubblicizzata su tutti i media e nelle tasche dei consumatori questa tipologia costituisce, attualmente, la più diffusa dopo le classiche carte di credito e pago bancomat. Si tratta di una tipologia che mermette al cliente di “caricarvi” un importo a piacimento e di eseguire comodamente spese presso gli esercizi commerciali, ma soprattutto online. C’è anche chi, addirittura, usa la carta prepagata per sostituire il conto corrente versandovi l’intero stipendio mensile.
Ma capiamo meglio quali sono i vantaggi e gli svantaggi di una prepagata.

Protezione contro frodi e furti

Una carta prepagata non ha caratteristiche migliori di una carta tradizionale: a chi possiede quest’ultima, consigliamo di non sostituirla poiché il credito con esse gestito è garantito dalla legge in caso di frodi, smarrimento e furto, proprio come con la prepagata. La Banca o la Società che le ha emesse sono obbligate a coprire l’importo. Acquistare anche una prepagata comporta solo la detenzione di un’ulteriore carta di pagamento e nessun vantaggio.

Acquisti Online

Una carta prepagata valida solo per il circuito Pagobancomat non è utile per eseguire acquisti su internet. Bisogna acquistare una prepagata collegata anche ai circuiti Visa/Mastercard.

Viaggi e Soggiorni all’Estero

Un utilizzo assolutamente consigliato per la carta prepagata, invece, è collegato a viaggi all’estero e soggiorni studio per i giovani. La prepagata si presta bene come mezzo di pagamento protetto, anche facilmente ricaricabile a distanza.

Ti può interessare anche:  Carte di Credito Prepagate

Costi variabili

A seconda della  Banca o dell’Istituto emittente, una carta prepagata prevede costi differenti. Badate bene, poiché non si tratta di canoni annui, ma di commissioni di ricariche e prelievi che a volte possono essere anche abbastanza salati (4-5 euro). A volte, inoltre, sono previsti dei costi per l’emissione e la prima attivazione della carta.

Accreditare lo stipendio

In alcuni casi si può pensare di usare una carta prepagata come se fosse un conto corrente e farvi accreditare il proprio stipendio. Alcune Banche propongono le prepagate “potenziate” che permettono domiciliazioni e bonifici, ma che comunque non offrono il libretto degli assegni e il cosiddetto “scoperto di conto”. In tal senso, quindi, la carta prepagata risulta utile se il possessore ha bisogno di eseguire davvero solo le minime operazioni.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *